4 apr 2022

Ragazza violentata, la madre uccisa

"Un dolore insopportabile, che non potrà mai essere superato o dimenticato". Poche parole per descrivere la storia di Luba, un ragazza di 29 anni di Kharkiv, violentata per una settimana dai russi che le hanno ucciso davanti agli occhi la mamma invalida. Luba non aveva potuto lasciare Kharkiv. O meglio, non aveva voluto farlo per non lasciare sola la mamma costretta da tre anni su una sedia a rotelle. Poi, riporta l’Ukrainska Prava, sono arrivati alcuni soldati russi, che hanno rubato il cibo e tutto quello che c’era in casa. Uno di loro voleva portare Luba via con sé. Quando lei ha rifiutato, il soldato ha puntato la pistola contro la madre invalida e l’ha uccisa.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?