Il presidente Inps Pasquale Tridico
Il presidente Inps Pasquale Tridico

Roma, 23 settembre 2021 - Caso chiuso sulla quarantena per Covid. Anche per il 2021 sarà l'Inps a pagare i lavoratroi che hanno avuto i contatti con un contahìgiato e non possono quindi svolgere la loro mansione. L'annuncio arriva dal presidente dell'Inps in persona, Pasquale Tridico, che a Rainews24 anticipa le mosse del Governo. Nel Consiglio dei ministri in programma oggi alle 16, oltre al dl per contenere in caro bollette, ci sarà anche il provvedimento per equiparare la quarantena alla malattia, confermando l'indennità anche per i lavoratori privati.  La misura resterà valida fino a fine 2021, per finanziarla dovrebbero essere stanziati altri 900 milioni di euro. 

"Succederà quello successo nel 2020 - le parole di Tridico -. Se c'è una quarantena volontaria perché si è avuto un contatto, verrà equiparata alla malattia". Quindi la conferma: "Il governo ha messo sul piatto circa 900 milioni che ci consentono di arrivare fino a fine 2021".

Dati Inps

Nel frattempo, l'Inps comunica che tra aprile 2020 e il 31 agosto 2021 sono stati autorizzate 6,2 miliardi di ore di cassa integrazione e assegni ordinari."Il numero di ore di cassa integrazione guadagni autorizzate nel periodo dal 1° aprile 2020 al 31 agosto 2021, per emergenza sanitaria, si legge, è pari a 6.293,2 milioni di cui: 2.669,5 milioni di CIG ordinaria, 2.229,2 milioni per l'assegno ordinario dei fondi di solidarietà e 1.394,6 milioni di CIG in deroga".