E' tempo di saldi estivi (foto iStock)
E' tempo di saldi estivi (foto iStock)

Roma, 26 giugno 2021 - Appassionati di shopping tenetevi forte: manca pochissimo all'inizio dei saldi estivi 2021. I giorni più attesi della stagione per chi ama recarsi nei negozi e aspetta le occasioni cominceranno il 1 luglio in Sicilia, che farà da aprifila. Il giorno dopo sarà la volta della Basilicata e a seguire tutte le altre regioni il 3 luglio. Uniche eccezioni la Campania, che deve ancora definire le date, la Puglia, che ha posticipato il tutto al 24 luglio, e il Trentino Alto Adige, dove i commercianti determinano liberamente i periodi in cui effettuare gli sconti stagionali. Vediamo allora qui sotto tutto il calendario e i consigli utili per fare acquisti oculati e tutelarsi da truffe. 

Il calendario regione per regione

Le date ufficiali di inizio e fine saldi estivi regione per regione:

Sicilia: giovedì 1 luglio a mercoledì 15 settembre
Basilicata: venerdì 2 luglio a giovedì 2 settembre
Lazio: sabato 3 luglio a venerdì 13 agosto
Calabria: sabato 3 luglio a mercoledì 1 settembre
Lombardia: sabato 3 luglio a martedì 31 agosto
Piemonte: sabato 3 luglio a sabato 28 agosto
Liguria: sabato 3 luglio a lunedì 16 agosto
Veneto: sabato 3 luglio a martedì 31 agosto
Marche: sabato 3 luglio a mercoledì 1 settembre
Abruzzo: sabato 3 luglio a martedì 31 agosto
Emilia-Romagna: sabato 3 luglio a martedì 31 agosto
Umbria: sabato 3 luglio a martedì 31 agosto
Toscana: sabato 3 luglio a martedì 31 agosto
Valle d'Aosta: sabato 3 luglio a giovedì 30 settembre
Friuli-Venezia Giulia: da sabato 3 luglio
Sardegna: sabato 3 luglio a venerdì 3 settembre
Molise: sabato 3 luglio a martedì 31 agosto
Puglia: sabato 24 luglio a mercoledì 15 settembre
Trentino-Alto Adige: a Trento e provincia i commercianti determinano liberamente i 60 giorni di saldi, nella maggior parte dei comuni dell'Alto Adige i saldi estivi iniziano venerdì 13 agosto e terminano venerdì 10 settembre
Campania: da definire


















Zona bianca in tutta Italia da lunedì 28 giugno

I consigli utili

Come fare a tutelarsi da truffe o capire le offerte migliori? Ecco alcuni consigli. 

1) Darsi un budget

E' la prima regola. Eviterete di spendere più di quanto possiate permettervi, presi dall'entusiasmo delle offerte.

2) Conservare sempre lo scontrino dopo l'acquisto

La possibilità di cambiare l'articolo comprato, in periodo di saldi, è lasciata alla discrezionalità del negoziante. Questa regola non vale se il prodotto è danneggiato o non conforme. In questo caso, scatta l'obbligo per l'esercente della riparazione o sostituzione del capo e, nel caso ciò risulti impossibile, della restituzione del prezzo pagato. Per denunciare l'eventuale difetto nel capo e chiedere un cambio ci sono due mesi di tempo. È invece a discrezione del titolare, soddisfare il cliente che volesse cambiare modello o colore del suo acquisto. In questo caso si usa restituire la merce entro sette giorni, l’importante è conservare lo scontrino

3) Controllate il prezzo del prodotto prima del saldo

Molti saldi sono 'finti', il prezzo è basso ma lo sconto minimo. E' buona norma controllare e informarsi su qual era il costo di un capo originariamente. L'ideale sarebbe fare un giro di ricognizione prima dell'inizio dei saldi, per fare una selezione dei capi che vorremmo comprare con lo sconto e controllare i loro prezzi reali.

4) Cercare di provare sempre i capi se si tratta di abbigliamento

Durante i saldi, far provare i capi in vendita è lasciato alla discrezionalità del negoziante. Il consiglio è di insistere per poterlo fare e, in caso contrario, diffidare dei capi di abbigliamento che possono essere solo guardati ma non misurati.

5) Diffidare degli sconti superiori al 50%

E' meglio tenere gli occhi aperti quando ci troviamo davanti a saldi che tagliano il prezzo di oltre il 50%. Spesso nascondono merce vecchia oppure il prezzo pre-saldo è stato gonfiato.

6) Evitare acquisti senza cartellino

Non acquistare nei negozi che non espongono il cartellino che indica il vecchio prezzo, quello nuovo ed il valore percentuale dello sconto applicato. Il prezzo deve essere inoltre esposto in modo chiaro e ben leggibile.

7) Attenzione ai fondi di magazzino

Le vendite devono essere realmente di fine stagione e non fondi di magazzino. Come accorgersene? Diffidate di quei negozi che avevano i ripiani semivuoti prima dei saldi e poi si sono riempiti dei capi più svariati.

8) Confrontare i prezzi di più esercizi 

A volte basta andare un paio di isolati più avanti per scoprire che lo stesso capo è scontato molto di più in un altro shop. Non abbiate fretta e fate un giro dei negozi che espongono capi in saldo.

9) Servirsi nei negozi di fiducia

Per evitare fregature è meglio acquistare merce della quale si conosce già il prezzo o la qualità, in esercizi che si frequentano durante tutto l'anno.

10) Pagamenti anche con carta 

Nei negozi che espongono in vetrina il marchio della carta di credito o del bancomat, il commerciante è obbligato ad accettare queste forme di pagamento anche per i saldi.