Ondata di caldo sull'Italia (Ansa)
Ondata di caldo sull'Italia (Ansa)

Roma, 13 agosto 2021 - C'è una data per la fine dell'ondata di caldo che ha travolto l'Italia, causando disagi alla popolazione, ma anche incendi in tutto il Centro Sud. Il giorno fissato potrebbe essere lunedì 16 agosto, quando - riferisce ilMeteo.it - un bacino di aria fresca, che al momento si trova nel Centro Nord Europa, dovrebbe riversarsi sull'area del Mediterraneo. Il crollo delle temperature - dicono gli esperti di previsioni del tempo - potrebbe essere anche di 14-15 gradi. In un contesto di questo tipo il rischio di violenti temporali e grandinate a causa del contrato tra masse d'aria diverse.

"Già dalla notte di Ferragosto - scrive 3bmeteo -  i segnali di cambiamento si faranno evidenti, quando sulle Alpi giungerà la coda di un fronte nord atlantico, responsabile di alcuni rovesci o temporali. Nella giornata di lunedì comincerà ad erodere il bordo superiore dell'anticiclone africano, distribuendo altri rovesci e temporali, a tratti anche di forte intensità, che tra pomeriggio e sera cercheranno di sconfinare alla Val Padana, specie ai settori centro-orientali a nord del Po". I temporali si sposteranno martedì 17 agosto al Cento e mercoledì 18 al Sud. Poi potrebbe entrare in scena l'anticiclone della Azzore, quello che porta il 'caldo buono'.

La mappa di 3bmeteo

(L'articolo prosegue sotto al widget)

Weekend: temperature alle stelle

Intanto, fino a Ferragosto, temperature estreme, con 16 città da bollino rosso. C'è da resistere ancora un po'.

Luglio 2021, il mese più caldo mai registrato

Intanto la National Oceanic and Atmospheric Administration (Nooa), l'agenzia federale statunitense che si occupa deli oceani e del clima, ha comunicato che luglio 2021 è stato il mese più caldo mai registrato sulla Terra. Il record, ha sottolineato l'amministratore della Nooa, "si aggiunge al percorso senza precedenti e preoccupante del cambiamento climatico".