1 mag 2022

Putin a un passo dalla guerra totale La tv: 3 minuti per distruggere Londra

La propaganda illustra le potenzialità del supermissile Sarmat. In una manciata di secondi raggiunge le grandi capitali

giovanni panettiere
Cronaca

di Giovanni Panettiere È proprio vero che niente più delle parole dà la misura della realtà dei fatti. Se ne stanno rendendo conto anche al Cremlino, dove, dopo oltre due mesi d’invasione su larga scala dell’Ucraina, spacciata per ’operazione speciale’, nonostante bombardamenti e massacri di civili in ogni quadrante del Paese, sembrano a un passo dal gettare la maschera. E chiamare ’guerra totale’ a Kiev quello che l’Occidente ha capito già dallo scorso 24 febbraio, primo giorno di scontro. A sentire i media britannici, in testa il ’The Independent’, sarebbe questione di ore per la svolta (non solo) linguistica. Il presidente della Federazione russa, Vladimir Putin, starebbe per cedere alle richieste dei militari. I vertici dell’esercito, impegnato sul campo in una manovra a tenaglia per chiudere le truppe nemiche dentro una sacca nell’ovest dell’Ucraina, chiedono che l’annuncio avvenga durante la parata della ’Giornata della vittoria’, il 9 maggio. La data, inizialmente cerchiata in rosso dallo zar per concludere ’la denazificazione’ del Donbass, porterebbe a un’acclarata conflittualità a tutto campo con Kiev. Coniato in Germania a cavallo fra XIX e XX secolo, dai generali Carl von Clausewitz ed Erich Ludendorff, il concetto di guerra totale implica l’utilizzo di tutte le risorse disponibili di uno Stato per annientare un Paese rivale. Passando dalla teoria alla realtà russa-ucraina, consentirebbe al Cremlino di proclamare la legge marziale, chiedere maggiore aiuto bellico agli alleati (Bielorussia, in primis) e avviare la mobilitazione militare di massa che poi bisognerà far digerire all’opinione pubblica in terna, madri, mogli e figli. Comunque la si veda, non proprio il segno migliore che le operazioni sul campo per Mosca stiano procedendo come auspicato. Non a caso, sulle tv di Stato, da Channel One a Rossija 1, la propaganda scorre a pieno regime. Un occhio all’interno del Paese per affermare la potenza russa, ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?