Mauro Pamiro ritratto con la moglie Debora Stella il giorno del matrimonio
Mauro Pamiro ritratto con la moglie Debora Stella il giorno del matrimonio

CREMA (Cremona)

Morte per caduta dall’alto. La fine di Mauro Pamiro, il professore 44enne trovato senza vita in un cantiere a Crema, poco dopo le 7.30 di lunedì scorso, assume contorni sempre più misteriosi. L’autopsia ha attribuito il decesso, avvenuto secondo il medico legale nella notte tra sabato e domenica, a una caduta dall’alto, compatibile con le ferite sul cadavere e il foro sulla fronte di Pamiro non sarebbe stato causato da una pistola.

Elementi a favore dell’ipotesi di suicidio sui cui gravano però alcuni punti oscuri: il cadavere è stato ritrovato senza scarpe ed è improbabile che una persona giri per un cantiere a piedi nudi. Inoltre nel cantiere, dove si sta costruendo una bifamiliare di tre piani , non sono state ancora costruite le scale. Per salire si usano i ponteggi di ferro. Gli inquirenti stanno continuando quindi a effettuare diversi sopralluoghi sul luogo del ritrovamento. Debora Stella, moglie di Pamiro, ancora ricoverata in ospedale per lo choc, rimane indagata per omicidio.

L’iscrizione nel registro degli indagati è un atto dovuto, dicono in questura,ma gli investigatori dovranno fare luce su molte cose. Al setaccio la sua pagina facebook della donna, che ha postato come immagine di copertina due che litigano, frame della serie ‘I segreti di Twin Peaks’. Domenica Stella aveva postato una foto che la ritraeva in campagna, rispondendo a un amico che le chiedeva dove fosse: "Non lo so neppure io".

Pier Giorgio Ruggeri