Roma, 18 gennaio 2021 - Procida è la Capitale italiana della cultura per l'anno 2022. Una giuria presieduta dal prof. Stefano Baia Curioni ha proclamato la cittadina, che conta circa 10 mila abitanti ed è situata nell'isola nel Golfo di Napoli, dopo aver esaminato i 10 progetti finalisti presentati dalle città candidate. 

Il Ministro per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, Dario Franceschini, lo ha annunciato sui social. 

Il post del ministro Franceschini

Le altre dieci città finaliste, su 28 che si erano candidate, erano: Ancona, Bari, Cerveteri (Roma), L'Aquila, Pieve di Soligo (Treviso), Taranto, Trapani, Verbania Lago Maggiore, Volterra (Pisa). 

"La cultura non Isola" è lo slogan della candidatura di Procida. Nel dossier si spiegava che "la terra isolana è luogo di esplorazione, sperimentazione e conoscenza, è modello delle culture e metafora dell'uomo contemporaneo", l'isola che non isola, "laboratorio culturale di felicità sociale".    

Procida raccoglie così il testimone da Parma, che a causa del Coronavirus, ha mantenuto il titolo un anno in più del previsto.

Il ministro Franceschini, collegato alla conferenza stampa virtuale, ha commentato: "È un anno complicato per tutti, stiamo cercando di sostenere in ogni modo le attività culturali e turistiche e la designazione oggi della capitale italiana della cultura per il 2022 è un segnale per il futuro, la ripresa. Nel 2022 saremo tornati alla normalità e la cultura e il turismo torneranno importanti e fortissimi come lo erano prima della pandemia".

Un fascio di luce per Procida Capitale da 6 comuni campani (Dire)

Felice Dino Ambrosino, sindaco di Procida: "È una enorme gioia, Procida è metafora di tante comunità che hanno riscoperto entusiasmo ed orgoglio per i propri territori e vogliono riscattare le proprie terre. Siamo certi che la cultura possa essere un detonatore del piano strategico di rilancio del paese". E ha aggiunto: "È una occasione straordinaria per una piccola isola, lavoreremo sodo per rendere l'Italia orgogliosa di questa scelta".

Nel 2023 titolo a Bergamo e Brescia per i morti e le sofferenze della pandemia. L'Aquila invece sarà Città europea dello Sport 2022. Taranto è stata scelta per ospitare i XX Giochi del Mediterraneo nel 2026.