"Sono sinceramente dispiaciuto e chiedo scusa alla giornalista. Il mio gesto? Non avevo intenzione di molestarla. Mi dica lei quando e come posso incontrarla per chiederle scusa di persona". Andrea Serrani, 45 anni, imprenditore anconetano, titolare del ristorante Il Ranocchiaro di Chiaravalle a una ventina di minuti da Ancona, aveva intuito che per quel che ha fatto – toccare il fondoschiena alla giornalista in collegamento con lo studio di Toscana Tv all’uscita dei tifosi viola dopo Empoli-Fiorentina – sarebbe stato scoperto e denunciato. Ieri quando la Digos ha verbalizzato la querela della ragazza il presunto responsabile era già stato identificato grazie al lavoro del commissariato di Empoli e della Questura. Troppo diffuse e ampiamente rilanciate dai media le tantissime reazioni di...

"Sono sinceramente dispiaciuto e chiedo scusa alla giornalista. Il mio gesto? Non avevo intenzione di molestarla. Mi dica lei quando e come posso incontrarla per chiederle scusa di persona". Andrea Serrani, 45 anni, imprenditore anconetano, titolare del ristorante Il Ranocchiaro di Chiaravalle a una ventina di minuti da Ancona, aveva intuito che per quel che ha fatto – toccare il fondoschiena alla giornalista in collegamento con lo studio di Toscana Tv all’uscita dei tifosi viola dopo Empoli-Fiorentina – sarebbe stato scoperto e denunciato. Ieri quando la Digos ha verbalizzato la querela della ragazza il presunto responsabile era già stato identificato grazie al lavoro del commissariato di Empoli e della Questura.

Andrea Serrani, 45 anni, è il tifoso viola che ha palpeggiato Greta Beccaglia

Troppo diffuse e ampiamente rilanciate dai media le tantissime reazioni di sdegno, a tutti i livelli, sia sportivi che istituzionali. Tanto più che quell’azione volgare e sessista era stata compiuta a poche ore dalle celebrazioni della giornata contro la violenza alle donne. Qualsiasi tipo di violenza. Domenica, contattato il suo avvocato storico Roberto Sabatini, Serrani, tifosissimo viola, curvaiolo doc, presente in tante trasferte, ha cercato di mettersi in contatto con la giornalista Greta Beccaglia, 27 anni, per porgerle le sue scuse. "Voleva, anzi vuole ancora - spiega l’avvocato - riparare. Continuerà, continueremo, nella speranza che voglia accettarle".

Spiega il suo legale: "Domenica ho cercato ripetutamente di mettermi in contatto con la dottoressa Beccaglia, via social, via mail, contattando Toscana Tv, ma non sono riuscito ad avere risposta. Auspico che si possa arrivare a una composizione bonaria. Spero che la dottoressa Beccaglia voglia conoscere Andrea: è una bravissima persona, padre di famiglia, con due figli. Sempre rispettoso verso le donne. Mi sento di dire che nelle sue intenzioni non c’era alcuna connotazione sessista". Eppure le ha dato uno schiaffo al sedere. Il tifoso ha negato di aver sputato su una mano prima di molestare la reporter: "Stavo tossendo. A casa mi hanno detto: “Come ti è venuto in mente?“, me l’ha detto anche la mia compagna. Stiamo passando tutti i dispiaceri del mondo. Non sto bene. Uno lavora una vita e poi guarda per una cosa così...". Beccaglia è però ben decisa ad avere giustizia perché "quello che è accaduto a me non si ripeta. Spero che questo fatto porti a una mobilitazione contro ogni forma di violenza sulle donne". Si è poi detta colpita "dall’indifferenza di tutti quelli che passavano in quei momenti".

La procura riceverà a stretto giro di posta l’informativa della polizia. Sarà poi il pm a sentire le persone che riterrà di interrogare e a definire la fattispecie del reato. Pochi anni fa la violenza sessuale è stata normata in modo molto più stringente. Le conseguenze per Serrani non finiscono. Rischia anche il Daspo, con la possibile esclusione dagli stadi e da ogni altra manifestazione sportiva. Sarà il questore di Firenze Filippo Santarelli a comminare l’eventuale misura di prevenzione a prescindere dai risvolti penali.

Il caso ha avuto un’eco fortissima e rischia anche di compromettere la carriera del giornalista Giorgio Micheletti, conduttore della trasmissione all’interno della quale è avvenuto il fattaccio in diretta tv. Per aver detto a caldo a Beccaglia: "Non te la prendere", frase ritenuta inopportuna, potrebbe affrontare un procedimento disciplinare davanti all’Ordine dei giornalisti. E il network televisivo in una nota spiega che è stato "condiviso con Micheletti un momento di riflessione e di pausa professionale nella conduzione di 'A Tutto Gol', al fine di chiarire lo svolgimento dei fatti, riservandoci di valutare eventuali provvedimenti disciplinari". Anche se Beccaglia ha detto che "Micheletti non voleva minimizzare il gesto. Infatti nel resto della trasmissione ha condannato più volte l’accaduto".

Giornalista molestata, il conduttore si difende: "Poi lei mi ha ringraziato"

Fiorentina, Greta Beccaglia invitata in tribuna da Commisso

Molestie a Greta, arrivano le scuse del tifoso. Lei: "Non bastano"