Roma, 12 febbraio 2018 - Previsioni meteo confermate: nevica su Alpi, Appennino settentrionale e anche in pianura su Emilia e basso Veneto. Le temperature sono in calo, l'aria fredda è iniziata ad arrivare e la quota neve sta scendendo progressivamente. La perturbazione numero 4 di febbraio, insomma, è arrivata, con pioggia sul Nordest e regioni tirreniche e neve fino a bassa quota.

LA SITUAZIONE - Nevicate fino a quote molto basse sulle regioni di Nordest e Appennino Settentrionale, oltre 500-1000 metri sui rilievi del Centro. La neve ha raggiunto le colline di Bologna e Modena, ma anche la pianura, con fiocchi nelle città. Prevalenza di tempo soleggiato all'estremo Nordovest. Nuvole sul resto d'Italia, con piogge che nel corso del giorno coinvolgeranno Lombardia orientale, Venezie, Emilia, Romagna, Marche, Umbria, Toscana, Lazio, zone interne di Abruzzo e Molise, Campania, Calabria e Sicilia. Allerta gialla per vento forte e mare mosso su tutta la costa dell'Emilia-Romagna per 24 ore. 

COSA SUCCEDERA' NELLE PROSSIME ORE - La neve scenderà abbondante a Bologna in particolare dalle 23 di questa sera, annunciano i meteorologi di ilmeteo.it. In Romagna invece è probabile che le nevicate siano rimandate a domani, ma si tratterà di un passaggio veloce, con accumuli improbabili, spiegano da Emilia Romagna Meteo. Gli ultimi aggiornamenti  indicano "il Modenese orientale e soprattutto l'area di Bologna e Ravennate occidentale" come le aree più favorite. 

 

Dalla sera - è ancora il meteo.it - peggiora su Campania e Sicilia con piogge localmente moderate.

In serata rinforzo della Bora sull'alto Adriatico e della Tramontana sulla Liguria. In base ai dati forniti dal bollettino Meteomont, oggi il pericolo valanghe sarà di grado 4 (forte) sull'Appennino emiliano centrale. Pericolo di grado 3 (marcato) sulle Alpi occidentali, sui rilievi del Friuli Venezia Giulia e sull'Appennino abruzzese. Pericolo per lo più di grado 2 (debole) sui restanti settori delle Alpi e degli Appennini.

LE PREVISIONI PER DOMANI - Martedì le piogge insisteranno soprattutto al Sud e sulle regioni adriatiche, con nuove nevicate fino a quote molto basse sulle zone appenniniche, anche in pianura in Emilia e Romagna. Come spiega una nota di Arpae, sono previsti venti forti di Bora sul mare e fascia costiera dell'Emilia Romagna, con valori di 25-30 nodi (50-60 km/h), con moto ondoso fino a molto mosso al largo. 

E MERCOLEDI' - Nella giornata di mercoledì giungerà molto rapidamente un'altra perturbazione atlantica, la numero 5 del mese, che investirà le regioni meridionali, la Sicilia e marginalmente la Sardegna. La depressione associata a questa perturbazione, spiegano i meteorologi del Centro Epson Meteo, si muoverà giovedì verso il mar Ionio dando luogo alle ultime precipitazioni sulle estreme regioni meridionali. Seguirà una temporanea rimonta dell'alta pressione che favorirà un miglioramento del tempo, essenzialmente confinato alla giornata di venerdì.