Milano, 6 gennaio 2018 - Proprio come gli esperti di previsioni meteo illustrano già da giorni: Italia divisa in due, con piogge e nevicate abbondantissime sulle Alpi, e temperature primaverili al Sud. La formazione di un vortice di bassa pressione sulla Spagna questo weekend - spiega il Centro Epson Meteo - spingerà sull'Italia delle correnti umide e tiepide. I venti di Scirocco in decisa intensificazione, specie nella giornata di domenica, porteranno tempeerature gradevoli al Sud, dove le massime si manterranno in alcune zone vicine ai 20 gradi e localmente anche superiori. Questi stessi venti umidi, però, daranno luogo alla formazione di nubi anche compatte in gran parte del Nord. Piogge e nevicate in montagna interesseranno soprattutto il Nord Ovest e saranno anche di forte intensità domenica.

Lunedì - spiegano i meteorologi - arriverà poi la parte attiva della perturbazione numero 5 del mese: sarà responsabile di un ulteriore e deciso peggioramento del tempo al Nord e sull'alta Toscana, dove sono attese nuove intense piogge, con notevoli accumuli in particolare sul Piemonte occidentale e in Liguria, e nevicate molto abbondanti su tutto l'arco alpino, specie sui rilievi di Val d'Aosta e Piemonte. Tra domenica e lunedì si attendono accumuli di oltre due metri di neve fresca. Occhi puntati su Cervinia, dove nei giorni scorsi erano già caduti due metri di neve e la località era rimasta isolata per un giorno intero a causa del rischio valanghe.

Cervinia isolata, strada riaperta dopo 21 ore. "Restate in casa"

CERVINIA_27956711_130609

La tendenza per la prossima settimana è confermata anche da ilmeteo.it

E pure 3bmeteo.com conferma la configurazione.

Attenzione dunque al pericolo valanghe.

Nelle prossime ore nuvolosità in aumento nel resto del Paese e venti di Scirocco ancora molto intensi: le raffiche potranno raggiungere anche i 60-70 km orari e nelle zone ioniche ci sarà il rischio di mareggiate. La Protezione civile della Regione Campania ha diramato un avviso di criticità meteo per vento e mare agitato valevole a partire dalle 8 di domani mattina e fino alle 36 ore successive su Napoli, le isole del Golfo e la fascia costiera (zone di allerta definite 1 e 3). In particolare, si prevedono "vento forte sud-orientale e mare agitato, soprattutto lungo le coste esposte ai venti". Queste, in dettaglio le aree interessate: Piana campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana; Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini.

NEVE_27958025_145238