Neve sull'Appennino modenese (Dire)
Neve sull'Appennino modenese (Dire)

Milano, 8 novembre 2017 - Maltempo non stop sull'Italia. Le ultime previsioni meteo confermano quanto annunciato: un mercoledì con tregua al Centrosud, e poi, già a partire da questa notte, sarà la volta di una nuova perturbazione, la numero due del mese di novembre. "Si esaurisce gradualmente l'azione del vortice ciclonico responsabile di piogge, temporali e nevicate negli ultimi tre giorni su gran parte d'Italia - spiega 3bMeteo.it - ma non è finita. Un secondo vortice in discesa dalla Francia sta per 'tuffarsi' nel Mediterraneo". Il risultato è una nuova depressione che dalle Baleari si muoverà verso il Tirreno. L'ondata di precipitazioni tenderà a esaurirsi nella giornata di sabato, ma già a partire da domenica è prevista una nuova fase di maltempo, stavolta di origine artica, con temperature in picchiata e neve anche a bassa quota. Ma vediamo la situazione nel dettaglio. 

GIOVEDI' 9 NOVEMBRE  - Il miglioramento che oggi interessa Nordest e Centro è solo temporaneo. Già in nottata la nuova perturbazione "comincerà a interessare il Nordovest per poi coinvolgere tra la notte successiva e la giornata di giovedì gran parte del Nord e soprattutto il Centro-sud", scrive Meteo.it. Forti piogge sono attese sulle regioni centrali tirreniche, a partire dalla Sardegna. Verso sera si muoveranno a Sud, specialmente in Campania già duramente colpita dal maltempo nella giornata di ieri, e nella Sicilia Occidentale (fonte ilMeteo.it). Per quanto riguarda il bollettino neve, sono previste deboli nevicate sulle Alpi occidentali al mattino sopra 1100 metri, in Appennino dai 1700 metri. Nei giorni scorsi un manto di oltre mezzo metro ha ricoperto i monti, per la gioia di operatori turistici e sciatori. 

VENERDI' 10 NOVEMBRE - Nella giornata di venerdì 10 novembre piogge e temporali si concentreranno sul Sud. 3bMeteo.it annuncia "possibili forti fenomeni in particolare tra Sicilia, Calabria e Salento". Conferma il Meteo.it che parla di "rischio di nubifragi". Precipitazioni anche al centro, ma limitate a Lazio, Marche e Abruzzo. Sporadiche in Emilia Romagna. Sostanziale bel tempo con annuvolamenti locali al Nord e Toscana. Anche in Sardegna la Situazione migliora. 

DOMENICA ARRIVA IL GELO - L'intensa perturbazione dovrebbe esaurirsi sabato 11 novembre (proprio nel pieno della cosiddetta 'estate di San Martino') salvo residue piogge all'estremo Sud, in particolare sul versante ionico. In pianura sono attese foschie, mentre sull'arco alpino tornerà a nevicare (quota neve mille metri). Ma la tregua sarà anche stavolta brevissima. Per la giornata di domenica 12 novembre i principali siti meteorologici concordano nell'annunciare un ritorno della bassa pressione. "Un assaggio di inverno", lo definisce 3bMeteo.it, dovuto all'"irruzione d'aria fredda di matrice artica su gran parte d'Europa". Per il Meteo.it è la "sciabolata artica", del ciclone "Attila", che porterà maltempo e clima freddo. Temperature in calo ovunque, con possibili nevicate a bassa quota sul Nord Est e i rilievi della Toscana.