Una tassa sui profitti in eccesso per le grandi imprese multinazionali che hanno tratto dei vantaggi economici dalla pandemia. È la proposta rilanciata dal segretario della Uil, Pierpaolo Bombardieri, che si affida a uno studio realizzato in collaborazione con l’istituto di ricerca europeo, Eures, per sottolinearne l’opportunità e la fattibilità. "Le cosiddette Big Pharma o alcune imprese della logistica e dei servizi hanno accumulato consistenti guadagni – osserva Bombardieri –.I proventi dell’aliquota aggiuntiva potrebbero contribuire a ridurre le diseguaglianze"