22 apr 2022

Predappio celebra la Marcia su Roma Una mostra ricorda la fine della libertà

Inaugurazione in un locale privato a ridosso del 25 aprile. Il sindaco di centrodestra: "Non ne sapevo niente"

marco bilancioni
Cronaca

di Marco Bilancioni PREDAPPIO (Forlì-Cesena) Cent’anni, meno sei mesi e cinque giorni. È il tempo che è trascorso dalla marcia su Roma, l’atto con cui inizia il Ventennio di Benito Mussolini. Il suo paese natale, però, gioca d’anticipo e unisce in un unico weekend l’inizio e la fine del fascismo: domani s’inaugura una mostra dedicata al centenario, domenica mattina si radunano le camicie nere da tutta Italia per ricordare la morte del duce. E se i fan di Mussolini non ostentano più il saluto romano – da qualche anno portano la mano sul cuore –, tuttavia non fanno certo mistero delle loro convinzioni politiche. Diverso, invece, è il caso della mostra: si intitola O Roma o morte, ma gli organizzatori precisano che sarà "un evento fuori da ogni tono retorico, celebrativo o, ancora peggio, apologetico". E allora perché viene allestita in un ristorante? Via Roma (a proposito della marcia...), civico 51. Questi sono l’indirizzo e il nome che prende in quel punto la strada provinciale del Rabbi, che collega Forlì a Predappio. Per chi sale dalla pianura, siamo a qualche curva dal centro del paese, tra i platani che la Soprintendenza anni fa salvò dal taglio, giudicando che facessero parte dell’aspetto con cui Mussolini voleva presentare il proprio paese ai visitatori. Lì c’è un ristorante. Si può sbirciare in anteprima? "No, l’allestimento è ancora in corso. Saremo pronti domattina". Promettono 160 opere, tra i quali il futurista Mario Sironi. L’opera simbolo, nella locandina, è la Marcia su Roma di Giacomo Balla. Ci sono "150 fotografie originali", "medaglie, armi bianche e da sparo, libri con giornali, riviste, sculture, divise originali e altri cimeli", provenienti da collezioni private. Saranno visibili fino al 5 novembre, una settimana dopo il centenario, dal venerdì alla domenica e nei festivi. Ma il luogo che li ospita non è un ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?