(ANSA) - VENEZIA, 18 GEN - La corte d'appello di Venezia ha assolto perché il fatto non sussiste gli ex amministratori di Enel Franco Tatò, Paolo Scaroni e Fulvio Conti dall'accusa di presunto pericolo di disastro ambientale causato dalle emissioni della centrale termoelettrica di Porto Tolle, sul delta del Po. La sentenza è stata emessa oggi pomeriggio. In primo grado, davanti al tribunale di Rovigo, Tatò e Scaroni erano stati condannati a tre anni di reclusione, mentre Conti era stato assolto perché il fatto non costituisce reato.