29 apr 2022

Porto di Shanghai fermo per il virus

PECHINO

La strategia della tolleranza zera nel contrasto al Covid, decisa dalle autorità cinesi, mette alle corde il porto di Shanghai. Quello che è il principale scalo dei terminal al mondo in queste ore risulta letteralmente bloccato a causa della volontà di Pechino di contrastare duramente ogni piccolo focolaio di Coronavirus attraverso lo schema del lockdown.

Tutto ciò sta mettendo in grande difficoltà la catena internazionale di approvigionamento di materie prime. Anche il settore automobilistico ne risente, se è vero che la maggior parte delle consegne in Europa di macchine targate Tesla proviene proprio dall’Estermo Oriente.

Nel Paese, comunque, continuano a scendere i casi di positività: il numero di asintomatici posti sotto osservazione medica in Cina ha assistito a una tendenza al ribasso fluttuante negli ultimi 10 giorni.

Lo ha affermato ieri Mi Feng, portavoce della Commissione sanitaria nazionale, precisando che alcune aree hanno gradualmente arginato le trasmissioni del virus all’interno delle comunità, segnando il ritorno alla normale quotidianità per i cittadini e alla ripresa della produzione.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?