Ponte Morandi di Genova, le case di via Fillak (Lapresse)
Ponte Morandi di Genova, le case di via Fillak (Lapresse)

Genova, 17 agosto 2018 - L'ipotesi sul cedimento di uno o più stralli, i tiranti imputati per il crollo del Ponte Morandi di Genova, prende sempre più piede. Una infermiera della Asl genovese, Maria Marangolo, che la mattina del 14 agosto si trovava in via Fillak, a una fermata dell'autobus, ed ha assistito al momento del crollo: "Ho visto i tiranti spezzarsi contemporaneamente, poi sono caduti sulla carreggiata, l'hanno fatta salire in alto e dopo si è spezzata la campata".

Ponte Morandi Genova, trovata l'auto di una famiglia. Vittime salgono a 41

La donna continua: "Erano le 11,36, perché ho ancora il messaggio di richiesta di aiuto che ho inviato a un amico, ed era di un minuto più tardi".

Proprio oggi a puntare il dito sui tiranti che rinforzano la tenuta del ponte, divenendone parte fondamentale, è stato Antonio Brencich, docente dell'università di Genova e membro della commissione dei Trasporti e delle Infrastrutture che deve accertare le cause del disastro. "E' un'ipotesi seria di lavoro" ha detto l'esperto.

PONTE CASE_33068625_131107

Gli stralli sono tiranti trasversali in cemento armato precompresso con un'anima di cavi d'accaio che assicurano il ponte partendo dalla sommità dell'antenna e collegandola con la carreggiata sospesa. Il termine strallo è di derivazione marinaresca.

L'infermiera è disposta a testimoniare anche di fronte ai magistrati. "Mi sono decisa a raccontare anche se ero choccata perché le vittime meritano che sia fatta luce su quanto successo, ho sentito tante versioni in queste ore ma alcune non corrispondono alla verità".

La sua testimonianza potrebbe essere utile a chi indaga sul cedimento, lei si stava riparando dalla pioggia sotto la pensilina della fermata del bus, appena uscita dal lavoro: "Stavo guardando in alto, proprio verso il ponte, nel momento in cui è successa la tragedia. Tutto sarà durato al massimo 15 secondi".

FOCUS / L'ultima speranza per i dispersi sono "i triangoli di sopravvivenza"

GENOVA VITTIME_33044803_120714