Genova, 15 agosto 2018 - Pesanti le ripercussioni del crollo del ponte Morandi sulla viabilità della provincia di Genova e dell'interno Nord-Ovest. Il viadotto Polcevara dell'autostrada A10 Genova-Savona collegava infatti il capoluogo ligure a Savona e Ventimiglia: era il principale snodo autostradale della città percorso ogni giorno da migliaia di automezzi leggeri e pesanti.

Ponte Morandi Genova, Di Maio: "Il responsabile è Autostrade"

I PERCORSI ALTERNATIVI - Autostrade per l'Italia ricorda che la A10 Genova-Savona è chiusa tra il bivio per la A7 Milano-Genova e Genova Aeroporto, in entrambe le direzioni. La società indica i percorsi alternativi. 

- Chi da Savona è diretto a Genova o Livorno può utilizzare la, successivamente la D26 Diramazione Predosa Bettole e la A7 Milano-Genova in direzione Genova. 

 - Chi da Livorno e Genova è diretto a Savona, può percorrere la A7 Milano-Genova, seguire le indicazioni per la D26 Diramazione Predosa-Bettole per poi immettersi sulla A26 Genova-Gravellona Toce in direzione Genova e proseguire per Savona.

- Coloro che sono diretti al porto di Genova e provengono da Milano o Livorno, possono percorrere la A7 Milano-Genova ed uscire a Genova ovest, percorso inverso per chi dal porto è diretto verso Milano o Livorno.

- L'aeroporto di Genova è raggiungibile dalla A10 utilizzando l'uscita di Genova Aeroporto per chi proviene da Ventimiglia; invece chi proviene da Milano o Livorno deve uscire a Genova ovest sulla A7. 

- Per le lunghe percorrenze, dal Frejus/Traforo del Monte Bianco verso il corridoio Tirrenico si consiglia la A21 Torino-Piacenza-Brescia proseguire in A1 verso sud per poi percorrere la A15 Parma-La Spezia percorso inverso in direzione Frejus e Traforo del Monte Bianco.

- Chi da Ventimiglia è diretto verso il corridoio Adriatico può percorrere la A10 fino a Savona, proseguire sulla A6 Torino-Savona e successivamente sulla A21 Torino-Piacenza-Brescia e quindi a seconda della destinazione percorrere la A4 Torino-Trieste, o la A1 Milano-Napoli e quindi la A14 Bologna-Taranto.

CISS Viaggiare Informati sconsiglia chi si sposta localmente di percorrere le autostrade e di fruire invece della viabilità ordinaria, secondo le indicazioni delle Autorità locali.

GENOVA ALTO_33034933_180624

Il cedimento ha diviso in due la Valpolcevara lungo l'asse nord-sud: la parte sul mare è ora irraggiungibile dal nord, dove si trovano industrie e centri commerciali, che restano collegati al resto della città solo attraverso la A7, tramite il casello di Genova Bolzaneto, ma costringendo a percorsi più lunghi e tortuosi.

Sul viadotto correvano quattro carreggiate, due per senso di marcia, dell'autostrada A10 che arriva a Genova dalla Francia e dal Ponente, convogliando nel capoluogo anche il traffico della A26 dal Piemonte. Da Ponente, era necessario percorrere il ponte Morandi per oltrepassare la Val Polcevera e raggiungere dall'altro lato diversi luoghi nevralgici della logistica genovese e ligure, primo fra tutti il casello di Genova Ovest che conduce: alla Sopraelevata, principale arteria verso il centro città; al porto delle merci di Sampierdarena; ai terminal dei traghetti e delle crociere; al bivio con la A7 per Milano e a quello con la A12 per la riviera di levante, verso Genova Nervi, Recco, Rapallo, Livorno e Roma.