Le onorificenze non bastano: troppe vittorie quest’anno nel mondo dello sport. Tra Europei di calcio, Olimpiadi, Paraolimpiadi e pallavolo femminile è toccato ieri al Consiglio dei ministri approvare una piccola deroga affinché il Quirinale possa premiare equamente tutti gli atleti vincenti con un riconoscimento ufficiale. Che sarà formalizzato direttamente dal presidente della Repubblica. il Quirinale infatti ha chiesto l’aumento della dotazione per ringraziare il mondo dello sport italiano. Sergio Mattarella riceverà gli atleti Olimpici e Paralimpici il 23 settembre per la cerimonia della restituzione della bandiera. Si tratta delle onorificenze "al Merito della Repubblica Italiana" che nella gradazione più bassa, cioè quella di "Cavaliere" dovrebbero essere assegnate agli atleti. Naturalmente per quanti fossero già stati insigniti di questo riconoscimento si procederebbe all’insegna maggiore, cioè – in successione – quella di "ufficiale", "commendatore" e "grande ufficiale". Dal 2017 il numero massimo di onorificenze è stato fissato in 3.500 unità, da ripartirsi nei vari gradi.