"Dal 16 agosto a fine mese avremo circa 10 milioni di dosi a livello nazionale che ci permetteranno di continuare con un ottimo passo". Così il commissario per l’Emergenza, Francesco Figliuolo, durante la sua visita nella natia Basilicata. Il generale ha spiegato che dopo Ferragosto, "rispetto a quello che pensavamo, avremo 3...

"Dal 16 agosto a fine mese avremo circa 10 milioni di dosi a livello nazionale che ci permetteranno di continuare con un ottimo passo". Così il commissario per l’Emergenza, Francesco Figliuolo, durante la sua visita nella natia Basilicata. Il generale ha spiegato che dopo Ferragosto, "rispetto a quello che pensavamo, avremo 3 milioni di dosi in più grazie all’azione di Draghi con la Commissione Ue e la presidente".Per bloccare la Delta e altre varianti "è importante aumentare il tasso di vaccinazioni a livello globale - ha aggiunto -.In Italia siamo, come prime dosi, al 69% e circa al 64% di vaccinati. E dobbiamo continuare a correre".

Altro fronte caldo, oltre a quello delle forniture vaccinali, resta l’immunizzazione delle nuove generazioni. Per raggiungere l’obiettivo del 60% di studenti vaccinati prima dell’inizio delle scuole "il pensiero è quello di fare un Piano che possa, sempre dopo Ferragosto, permettere ai giovani corsie preferenziali, quindi senza prenotazioni – chiarisce il commissario Figliuolo –: lo faremo in tutta Italia. Il presidente mi ha rassicurato che con il direttore generale della Sanità hanno elaborato un ottimo piano".

Per Figliuolo bisogna comunque "continuare a pensare agli over 50, perché è una categoria che ha bisogno di incrementare numeri di vaccinati e oggi con le varianti rimane più a rischio". A sostegno del programma specifico d’immunizzazione dei ragazzi si schiera anche il virologo Fabrizio Pregliasco, docente all’Università Statale di Milano. "Giusto ora puntare sui giovani che devono essere assolutamente vaccinati, perché la variante Delta di Sars-CoV-2 è un guaio che coinvolge loro e tutti noi".