epa08940570 A nurse prepares to administer Pfizer-BioNTech COVID-19 vaccine at a hospital in Krakow, southern Poland, 15 January 2021. Poland started a vaccination campaign against the coronavirus disease (COVID-19) on 27 December 2020.  EPA/Lukasz Gagulski POLAND OUT
epa08940570 A nurse prepares to administer Pfizer-BioNTech COVID-19 vaccine at a hospital in Krakow, southern Poland, 15 January 2021. Poland started a vaccination campaign against the coronavirus disease (COVID-19) on 27 December 2020. EPA/Lukasz Gagulski POLAND OUT

Roma, 2 febbraio 2021 - Le stime di vendita del vaccino anti-Covid di Pfizer, sviluppato in partnership con l'azienda BioNTech, nel 2021 porteranno entrate per 15 miliardi di dollari. Il dato viene messo in evidenza dallo stesso gruppo farmaceutico americano, produttore del siero contro il Covid. Il vaccino sarebbe quindi uno dei più grandi successi nella storia dell'industria farmaceutica. Pfizer, che ha pubblicato oggi i suoi risultati trimestrali, prevede di generare un margine netto su questo prodotto del 25-30%.

Covid: vaccino AstraZeneca "anche per over 55"

Pfizer ha riportato per il quarto trimestre utili di 42 centesimi ad azione, al di sotto dei 50 centesimi attesi dal consensus mentre il fatturato è stato pari a 11,7 miliardi, lievemente al di sopra delle attese a 11,5 miliardi. Il gruppo farmaceutico ha tuttavia sorpreso il mercato indicando di attendersi che le vendite del vaccino genereranno vendite per 15 miliardi di dollari nel corso del 2021, mentre le attese del consensus erano ferme a 12,7. Il gruppo ha di conseguenza alzato le stime di utili per il 2021 nella forbice compresa tra 3,10 e 3,20 dollari ad azione contro la precedente forbice fornito dall'azienda di 3-3,10. Gli analisti di Wall Street si attendevano utili di 3,07 dollari nel 2021.