Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
8 giu 2022

Perdonato dopo le scappatelle Il calciatore fedifrago all’altare

8 giu 2022
viviana
Cronaca

di Viviana

Ponchia

Questa è una storia di perdono ed è finita con una risata. Qui di fianco c’è una storia di vendetta e non si sa come andrà a finire. Borges non aveva dubbi: "La dimenticanza è l’unica vendetta e l’unico perdono". Senza arrivare a certi livelli – perché tanto non si dimentica – agli esseri umani tocca sempre una scelta. O la fragranza che la violetta lascia sul calcagno di chi l’ha schiacciata (cioè l’assoluzione secondo Mark Twain). O viceversa la soddisfazione di uno dei quattro bisogni primari assieme al cibo al sonno e al sesso (la rappresaglia a tutti i costi secondo il misterioso Bansky). Billy Mucklow è una donna innamorata e fra l’orgoglio e l’abito bianco ha scelto di sposare comunque quel grullo di Andy Carroll, colpevole di un piccantissimo addio al celibato a due settimane dalle nozze. La prima volta si perdona, dice il proverbio, la seconda si bastona. Ma siccome i due stanno insieme da una vita e un attaccante inglese di 33 anni non passa le sue serate a meditare, la ragazza può anche avere ammesso a se stessa che questa non sarà la prima volta e nemmeno l’ultima. A caldo non l’ha presa bene, va detto perché non passi per tonta o per santa. Il perdono può richiedere una lenta maturazione, specie se certe foto fanno il giro del mondo. Una sera di maggio in un hotel di Dubai, la punta del West Bromwich ubriaco fradicio a letto con una barman e un’istruttrice di fitness. Sono arrivate le precisazioni delle ragazze: niente, lui era fuori di testa e si è addormentato. Sembro nuda? Ma no, colpa dello zoom: avevo ancora il vestito rosa. E intanto la Mucklow si sbarazzava dell’anello di fidanzamento trovandosi proprio sul confine fatale: vendetta o perdono.

Buttare all’aria anni di amore come Shakira e Piqué o chiudere un occhio credendo alla storia del vestito rosa. Ha scelto di chiuderli entrambi. Di andare all’altare fresca come una violetta, appunto. Trattenere il risentimento e l’offesa provoca muscoli tesi, mascelle dolenti e mal di testa. Il perdono invece restituisce leggerezza e sorriso. E infatti. Quando si sono guardati negli occhi per pronunciare il fatidico sì, Andy e la sua Billy sono esplosi in una risata. Talmente contagiosa da travolgere anche i presenti. E quindi alla prossima vedete voi come comportarvi ricordando quanto è stato attribuito a Plutarco ma anche a vostra nonna: siamo tutti impastati di debolezze e di errori, perdonarci reciprocamente le nostre balordaggini è la prima legge di natura.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?