Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
13 giu 2022

"Perché Mosca ha scaricato Salvini? Per loro non conta più come prima"

L’analista: il Cremlino vede l’Italia come l’anello debole della Nato, vuole condizionarne il dibattito

13 giu 2022
alessandro farruggia
Cronaca
Federal Secretary of Italian Party "Lega", Matteo Salvini, during the voting operations in a polling to vote on five referenda regarding justice in Milan, Italy, 12 June 2022.
ANSA/MATTEO CORNER
Matteo Salvini esce dalla cabina elettorale
Federal Secretary of Italian Party "Lega", Matteo Salvini, during the voting operations in a polling to vote on five referenda regarding justice in Milan, Italy, 12 June 2022.
ANSA/MATTEO CORNER
Matteo Salvini esce dalla cabina elettorale

Matteo Salvini non molla. E Silvio Berlusconi scende in suo aiuto. "Il viaggio – ha detto Matteo Salvini, parlando con la stampa a margine del suo voto sui referendum – è stato pagato dalla Lega, io non ho dei rubli e non posso fare il biglietto aereo pagando con quella moneta. Ho lavorato e sto lavorando per la pace a testa alta a nostre spese, economiche e politiche e lo farò ancora nei prossimi giorni. L’unico mio obiettivo, su cui continuo a lavorare con orgoglio e alla luce del sole, è tornare alla pace". Non solo. Il segretario della Lega ha anche difeso Mosca dall’accusa di voler inquinare il dibattito politico italiano. Interpellato dai cronisti sull’ipotesi che la Russia stia cercando di destabilizzare la maggioranza di governo, Salvini ha replicato: "Sicuramente è curioso che la stampa italiana non metta oggi in prima pagina una riga su referendum importanti e parli di potenziali viaggi manco fatti e pagati. Comunque gli italiani scelgono per gli italiani. Non ho mai creduto a inquinamenti elettorali o fake news di Mosca". In sua difesa si è schierato Silvio Berlusconi. "Mi pare – ha detto – che sul viaggio di Salvini si fanno polemiche inutili e senza senso. Si fanno tutte queste discussioni attorno a quello che era un viaggio teso a dare una mano alla pace".  Ma le opposizioni proseguono a loro pressione. "Il tentativo di Salvini – accusa la vicepresidente del Parlamento europeo, Pina Picierno (Pd) – è un episodio di una gravità inaudita che avrebbe potuto destabilizzare il posizionamento del nostro Paese e la sua stabilità internazionale". "La vera minaccia alla sicurezza nazionale, qui ed ora – attaccano i Radicali Italiani – non sono gli immigrati, come ama ripetere Matteo Salvini ma i suoi legami poco trasparenti con la Russia".     "Mosca vede ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?