Il Pentagono annulla il maxi-contratto da 10 miliardi di dollari per il cloud assegnato nel 2019 a Microsoft e al centro di una lunga controversia, fatta di ricorsi in tribunale, con Amazon. Il Jedi, il Joint Enterprise Defense Infrastructure "non centra più i nostri bisogni alla luce dei requisiti in evoluzione e dei progressi dell’industria", ha annunciato a sorpresa il Pentagono, in quella che è vista come una vittoria per il colosso di Bezos. Amazon infatti si era battuta duramente contro la decisione del Dipartimento di Difesa di assegnare a Microsoft la maxi-commessa, ritenendo la scelta motivata politicamente. L’annullamento del maxi-contratto non chiude in via definitiva lo scontro fra i due colossi Big Tech. Il Pentagono ha infatti annunciato di voler procedere con un progetto a "più venditori" e intende sollecitare proposte da un "numero limitato di fonti", ovvero da "Microsoft e Amazon Web Services", le uniche due società in grado di centrare i requisiti necessari, e che quindi potrebbero dividersi il contratto.