Il boss Pasquale Zagaria (Ansa)
Il boss Pasquale Zagaria (Ansa)

Napoli, 12 febbraio 2021 - Scarcerato per fine pena Pasquale Zagaria, il boss del clan dei Casalesi. Soprannominato 'Bin Laden', Pasquale Zagaria, fratello del capo clan Michele, ha ottenuto un ricalcolo della pena dalla Cassazione sugli anni di reclusione da scontare: da 22 a 19 anni. Il ricalcolo è avvenuto grazie a un ricorso presentato dagli avvocati Angelo Raucci e Andrea Imperato. Zagaria era detenuto al 41bis nel carcere di Milano Opera dallo scorso 22 settembre. Lì rientrò dopo 5 mesi di cure ai domiciliari concessi all'inizio della pandemia per la grave neoplasia di cui è sofferente.

Fu il giudice di sorveglianza di Sassari, lo scorso aprile, a farlo uscire di prigione, lo stesso che ha poi sollevato questione di legittimità costituzionale nei confronti del decreto del ministro Bonafede. L'ospedale di Sassari, che gli prestava assistenza, non era più in grado di curarlo proprio a causa dell'emergenza Coronavirus. Il Tribunale di Sorveglianza sardo chiese quindi al Dap di individuare una struttura di detenzione alternativa. Ma quell'istanza rimase lettera morta e fu così che per 'Bin Laden' si aprirono le porte del carcere. I giudici gli accordarono la detenzione domiciliare a Brescia.