Palermo, 29 luglio 2018 - I carabinieri della compagnia di Partinico hanno rintracciato e portato in caserma uno degli aggressori del senegalese di 19 anni, Khalifa Djembe, picchiato e insultato, tre giorni fa, mentre serviva ai tavoli in un bar a Partinico, in provincia di Palermo. Il migrante che si trova in una comunità nel comune in provincia di Palermo, era stato aggredito da un gruppo di giovani. "Vattene nel tuo paese, sporco negro", gli hanno urlato come ha riferito la vittima ai militari. Dopo le indagini i carabinieri sono risaliti a uno dei giovani che ha preso parte al pestaggio lo hanno fermato e lo hanno interrogato.

"Non ho reagito perché non alzo le mani - ha raccontato la vittima - Mi potevo difendere, ma gli educatori della comunità mi hanno insegnato che non si alzano le mani". Subito dopo ha sporto denuncia ed è andato portato al pronto soccorso, dove sono state medicate le ferite al labbro e alle orecchie, giudicate dai medici guaribili in 7 giorni. Le indagini dei carabinieri hanno portato a identificare uno dei giovani che ha preso parte al pestaggio. L'aggressore, un 34enne di Partinico, è stato denunciato per lesioni con l'aggravante dell'odio razziale.