Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
2 mar 2022

Parrucchiera massacrata dall’ex La trappola: "Parto, vorrei salutarti"

Salerno, prima la attira con l’inganno poi le spara alla testa in negozio. Si erano lasciati, lui la perseguitava. Ferito anche il nuovo compagno della trentenne. Il killer ha tentato il suidicio, fuga finita in un’area di servizio

2 mar 2022
nino femiani
Cronaca
Anna Borsa, 30 anni, freddata ieri nel negozio dove lavorava in provincia di Salerno
Anna Borsa, 30 anni, freddata ieri nel negozio dove lavorava in provincia di Salerno
Anna Borsa, 30 anni, freddata ieri nel negozio dove lavorava in provincia di Salerno
Anna Borsa, 30 anni, freddata ieri nel negozio dove lavorava in provincia di Salerno
Anna Borsa, 30 anni, freddata ieri nel negozio dove lavorava in provincia di Salerno
Anna Borsa, 30 anni, freddata ieri nel negozio dove lavorava in provincia di Salerno

di Nino Femiani Sono passate da poco le dieci quando Alfredo Erra, 40 anni, gestore di un discobar, si presenta nel salone da parrucchiere "Sica" a Pontecagnano Faiano, alle porte di Salerno. Trascina un trolley e spiega all’ex fidanzata, Anna Borsa, 30 anni, bruna, occhi magnetici colore del mare: "Sto partendo per Milano, volevo salutarti. E sapere perché la nostra storia è finita a luglio". Anna lo guarda incredula, è convinta di avergli già dato tutte le spiegazioni, non ha più voglia di parlarne, di continuare ad avere rapporti con lui. Arriva anche Paola, una collega di Anna a darle man forte: "Lasciala stare, non vuole parlare, sta lavorando. Non vedi che così facendo le metti paura?", gli dice per calmarlo. Erra non molla e incomincia ad alzare la voce. "Mi devi dire perché mi hai lasciato e ti sei poi messa con quella m…, con quel tossico, con quella nullità. Volevo una famiglia, mi hai tolto tutto". Gira i tacchi ed esce dal salone, dopo 10 minuti torna chiedendole di appartarsi nell’ufficio. Non sapremo mai cosa sia davvero successo in quegli istanti. Si sente un colpo e un tonfo, l’uomo esce dal bugigattolo proprio mentre sta entrando il fidanzato di Anna, V.B., 38 anni, commerciante di abbigliamento. Gli punta la pistola addosso e spara, lo colpisce a una spalla. In realtà spara anche a se stesso, solo ferendosi alla testa. Scappa in macchina e poi a piedi fino all’area di servizio di San Mango Piemonte, sull’autostrada A2. Una pattuglia della Polizia lo nota poco dopo le 14, in evidente stato confusionale, lo blocca e lo consegna ai carabinieri. Nel salone le amiche e colleghe di Anna non si danno pace. "Ho cercato di farlo uscire, ma lui ha detto che voleva dirle solo una cosa – dice ancora Paola –. Era ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?