21 feb 2022

Parigi e Mosca chiedono la tregua Harris sulle sanzioni: capisco l’Italia

La vicepresidente Usa: "Comprensibili i timori per l’energia". Per gli 007 Usa Putin ha già deciso l’invasione

giampaolo pioli
Cronaca
Una manifestazione a sostegno del popolo ucraino minacciato dalle truppe russe. di Vladimir Putin
Una manifestazione a sostegno del popolo ucraino minacciato dalle truppe russe. di Vladimir Putin
Una manifestazione a sostegno del popolo ucraino minacciato dalle truppe russe. di Vladimir Putin

di Giampaolo Pioli Bombardamenti sui civili a Donetsk dicono i giornalisti russi della Tass. "Sono loro che bombardano le nostre aree, violando il cessate il fuoco", replicano i militari di Kiev che in questi scontri nel Donbass hanno perso 2 militari tra i quali un giovane capitano dei servizi segreti. "Sono pronto ad un immediato cessate il fuoco", ripete il presidente ucraino Zelensky dopo aver parlato a lungo col leader francese Macron di rientro dal summit sulla sicurezza di Monaco dove ha chiesto aiuti più coraggiosi a tutti prima di telefonare anche a Putin. Sia il presidente russo, sia il titolare dell’Eliseo hanno concordato che bisogna lavorare alla de-escalation, partendo proprio da un cessate il fuoco nell’est dell’Ucraina. Nessuna delle due parti, però, né i separatisti filorussi, né le forze ucraine fanno tacere i cannoni. Tra gli osservatori, oltre all’imprevedibilità di Putin, si fa sempre più concreta la tesi di un attacco di Mosca a breve soprattutto dopo il prolungamento delle gigantesche esercitazioni fra Russia e Bielorussia con l’impiego di missili ipersonici, considerate la vera ’prova generale’ dell’invasione minacciata ormai da settimane. Gli 007 Usa non hanno comunque dubbi: Putin ha già deciso l’invasione. Nelle due province ribelli del Donbass dove si fanno sempre più violenti gli scontri, anche con l’uso di armi pesanti vietate dagli accordi di Minsk, sono già saliti a 700.000 i cittadini che hanno fatto richiesta e ottenuto la cittadinanza russa , mentre altri 250mila sono in attesa, oltre a 40.000 profughi che hanno già attraversato il confine. Sono giunti a Rostov per non diventare bersaglio degli scambi a fuoco che potrebbero intensificarsi in qualsiasi momento. Tutti i rifugiati sono ospitati in 92 centri di accoglienza secondo le autorità russe che tornano a ripetere con l’ambasciatore di Mosca a Washington: "Le nostre richieste non sono mai state ascoltate. ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?