Papa Luciani con Karol Woityla, allora cardinale (Ansa)
Papa Luciani con Karol Woityla, allora cardinale (Ansa)

Città del Vaticano, 13 ottobre 2021 - Sarà beato Giovanni Paolo I, al secolo Albino Luciani, detto il Papa 'breve' per essere rimasto sul soglio di Pietro solo 33 giorni. Bergoglio ha infatti autorizzato la Congregazione per le Cause dei santi a promulgare il decreto riguardante il miracolo attribuito alla sua intercessione.

"E' un miracolo avvenuto in Argentina, a Buenos Aires, una decina di anni fa - ha raccontato il postulatore, il cardinale Beniamino Stella, ai media vaticani -. C'era allora una bambina, oggi una ragazza quasi ventenne, che è stata guarita in circostanze straordinarie da problemi neurologici molto seri, in condizioni praticamente disperate". La piccola era affetta da "grave encefalopatia infiammatoria acuta, stato di male epilettico refrattario maligno, shock settico" e ormai in fin di vita. Il quadro clinico era molto grave, caratterizzato da numerose crisi epilettiche giornaliere e da uno stato settico da broncopolmonite. L'iniziativa di invocare Papa Luciani era stata presa dal parroco della parrocchia a cui apparteneva l'ospedale, al quale era molto devoto.

"Anche oggi - ha detto ancora Stella - ho visto dei video che la ritraggono mentre cammina, mentre parla, e si vede una ragazza quasi ventenne che sta bene. Lo dobbiamo alla fede di chi ha pregato attorno a questa persona quando era ammalata. E' un evento che certamente ha delle caratteristiche straordinarie, perché ci si è dati da fare sul piano medico, ma soprattutto c'è stata una notte, un lungo momento di preghiera, di intercessione, che è ciò che alla fine qualifica un evento di questo genere".

Il 'Papa del sorriso'

Nato il 17 ottobre 1912 a Forno di Canale (oggi Canale d'Agordo), in provincia di Belluno, Albino Luciani è stato Papa soltanto per 33 giorni: morì la notte del 28 settembre 1978 forse per un infarto.Era figlio di un operaio socialista che aveva lavorato a lungo da emigrante in Svizzera. Venne ordinato prete nel 1935 e nel 1958 viene nominato vescovo di Vittorio Veneto.  

Luciani partecipò al Concilio Vaticano II, intervenendo e facendosi così conoscere tra i ranghi della Chiesa. Fu nominato Patriarca di Venezia e in seguito cardinale da Paolo VI, a cui successe dopo un conclave durato un solo giorno. Il suo nome fu un omaggio ai due pontefici che lo avevano preceduto (l'altro era Giovanni XXIII). 

Detto il 'Papa del sorriso', fu il primo pontefice ad abbandonare il tradizionale pluralis maiestatis nei suoi discorsi, rivolgendosi in prima persona singolare ai fedeli. Con lui, per la prima volta dopo molti secoli, il Papa non venne incoronato: al posto della tiara in testa gli fu imposto sulle spalle il pallio. Giovanni Paolo I dimostrò grande attenzione al tema della povertà del Sud del mondo, sottolineando l'inutile opulenza del mondo occidentale.(come dimostra l'enciclica 'I poveri e la povertà nel mondo'). Parlò anche della questione sociale, dell'importanza di dare "la giusta mercede" ai lavoratori.

Altri tre beati 

Oltre a Papa Luciani, ci saranno altri tre beati: la suora colombiana Maria Berenice Duque Hencker e due missionari, vissuti nel 1600, che difesero gli indigeni in Argentina. Si tratta di Pietro Ortiz de Zarate, sacerdote diocesano, e Giovanni Antonio Solinas, sacerdote professo della Compagnia di Gesu', entrambi uccisi in odio alla fede il 27 ottobre 1683 a Valle del Zenta (Argentina).