L'iniziativa filatelica del Vaticano per i 150 anni della Guardia costiera
L'iniziativa filatelica del Vaticano per i 150 anni della Guardia costiera

Roma, 12 maggio 2015 - Due mani che si stringono e la visita di Papa Francesco a Lampedusa nel 2013. Sono le significative immagini di un'emissione filatelica straordinaria, a cura dell'Ufficio Filatelico e Numismatico vaticano in collaborazione con la Guardia Costiera italiana, in occasione dei 150 anni dalla fondazione del Corpo della Marina Militare, oggi impegnato quotidianamente nel soccorso ai migranti che in condizioni estreme, spinti da guerre e da miseria, tentano la traversata del Mediterraneo. Il ricavato verrà devoluto al Papa per opere di carità in favore dei migranti.

Mentre gli uomini della Guardia Costiera continuano nell'azione di salvataggio dei migranti nel Mediterraneo, Papa Francesco ha voluto ripetere loro in un modo del tutto speciale e con grande risalto il suo grazie. "Molti non capiscono ciò che voi fate, ma quando c'è un ferito, occorre fasciare le ferite, curarle, guarire quello che si può, e poi si pensa al resto", aveva detto qualche mese fa a questi straordinari militari italiani che "rischiano la vita per salvare gli altri" e "poi devono mettere la loro faccia di fronte a una società che non li capisce". Ma a Bergoglio non bastavano le parole. Così ha stabilito che in occasione del 150esimo di fondazione del Corpo (che fa parte della Marina Militare) fosse dedicato proprio a questi "ragazzi' che salvano le vite" una serie filatelica emessa all'Ufficio Filatelico e Numismatico della Città del Vaticano

E ieri la Sala Stampa della Santa Sede ha presentato con tutti i crismi dell'ufficialità l'emissione di "un folder dedicato contenente un francobollo ed un chiudilettera". "Il nostro speciale ringraziamento a tutti gli uomini delle Capitanerie di Porto e Guardia Costiera - ha spiegato il duirettore dell'Ufficio Filatelico e Numismatico della Città del Vaticano, Mauro Olivieri - non può che ricalcare le recenti parole del Santo Padre: '...io ho ammirazione per voi, davvero, lo dico, mi sento piccolo davanti al lavoro che voi fate rischiando la vita, e vi ringrazio di cuore per questo. Ma vi sostengo come posso: con le preghiere e le buone parole e l'affetto'". L'intero ricavato della vendita sarà messo a disposizione del Santo Padre, ha precisato il dirigente del Vaticano.