Pap Francesco con monsignor Marcello Semeraro (Ansa)
Pap Francesco con monsignor Marcello Semeraro (Ansa)

Città dal Vaticano, 25 ottobre 2020 - Papa Francesco nominerà 13 nuovi cardinali. Lo ha annunciato lo stesso pontefice al termine dell'Angelus domenica: "Il prossimo 28 novembre, alla vigilia della prima domenica di Avvento, terrò un Concistoro per la nomina di 13 nuovi cardinali". 

Tra i tredici nuovi cardinali che verranno creati ci sono sei italiani (di cui tre elettori). Sono mons. Marcello Semeraro, che dalla diocesi di Albano è stato da poco nominato Prefetto della Congregazione delle cause dei santi (al posto di Angelo Becciu), mons. Paolo Lojudice, arcivescovo di Siena e il francescano padre Mauro Gambetti, Custode del Sacro Convento di Assisi.

Vengono poi uniti al collegio cardinalizio, non elettori per motivi di età, mons. Silvano Tomasi, diplomatico della Santa Sede, padre Raniero Cantalamessa, predicatore della Casa Pontificia e mons. Enrico Feroci, parroco al Divino Amore e Roma ed ex direttore della Caritas diocesana.

Inoltre Bergoglio nominerà anche il primo cardinale afro-americano: Wilton Gregory, 72 anni, capo dell'Arcidiocesi di Washington DC, la capitale Usa. 

Gli altri furuti cardinali sono monsignor Mario Grech, segretario generale del Sinodo dei vescovi; monsignor Antoine Kambanda, arcivescovo di Kigali, Ruanda;  monsignor Jose Fuerte Advincula, arcivescovo di Capiz, Filippine; monsignor Celestino As Braco, arcivescovo di Santiago del Cile; monsignor Cornelius Sim, vicario apostolico in Brunei; monsignor Felipe Arizmendi Esquivel, vescovo emerito di San Cristobal de las Casas, Messico.