6 feb 2022

Papa Francesco da Fazio: retroscena, temi e orari di Che tempo che fa

Sarà la prima volta di un Pontefice ospite in un talk show televisivo. Vaccini e immigrazione le questioni centrali della conversazione con Fabio Fazio. Tradizionalisti scatenati: "Così Bergoglio desacralizza il papato"

giovanni panettiere
Cronaca

Roma, 6 febbraio 2022 - Partecipazione straordinaria di papa Francesco a ’Che tempo che fa’. Neanche a dirlo sarà la prima volta di un Pontefice ospite di un talk show televisivo, per giunta non uno qualsiasi, ma un programma fra i più popolari della tv italiana. Se vogliamo, anche piuttosto irriverente nei confronti delle istituzioni in generale, vertici ecclesiali compresi. Fino a qualche anno fa il cardinale Camillo Ruini, storico presidente della Conferenza episcopale italiana, alias Eminence, era una presenza fissa nei monologhi al vetriolo della comica Luciana Littizzetto.

Il teologo Vito Mancuso: "Fa troppo il protagonista, si scade nel populismo"

Davvero un colpaccio, dunque, per il conduttore dello show, Fabio Fazio, dopo le interviste a Barack Obama e a Bill Gates. Ma l'ospitata rappresenta anche una tappa ulteriore di quel processo di umanizzazione del pontificato voluto strenuamente da Bergoglio che ha individuato nella sinodalità, il camminare insieme, e nel dialogo aperto con tutti (ricordiamo quello con l’ateo Eugenio Scalfari) gli assi portanti del suo ministero petrino. Furiosi i tradizionalisti cattolici che, dal portale de 'La bussola quotidiana', l'accusano di secolarizzazine e di desacralizzare il papato.

Sommario

L'Appuntamento

Il Papa andrà in onda stasera, alle 20, ospite di 'Che tempo che fa, su Rai Tre. Non è ancora chiaro quando Francesco interverrà durante la trasmissione, ma la sua partecipazione è confermata. Dalle ultime notizie pare che l'intervista sia slittata alle 20.35.  Fino all’ultimo si è pensato che potesse raggiungere direttamente gli studi del programma. Non sarà così, Francesco interverrà da remoto, in collegamento dalla sua residenza in Vaticano, l'arcinota Casa Santa Marta.

La durata

Le modalità dell’ospitata saranno quelle dell’intervista. Non più di trequarti d'ora che consentiranno a Fazio e Bergoglio di affrontare tutta una serie di questioni a loro care e di stringente attualità. Per la società più che per la Chiesa in senso stretto.

I temi

Durante la conversazione si parlerà dei venti di guerra fra Russia e Ucraina che rischiano di condurre il pianeta sull’orlo di un terzo conflitto mondiale. Spazio anche alla disamina dei nodi dell’immigrazione e del destino dell’Europa. Non è detto che non si discuta poi della ferita insanabile degli abusi sessuali sui minori, con da ultimo lo scandalo del report dell’arcidiocesi di Monaco che ha colpito anche il Papa emerito, Joseph Ratzinger. Di certo si parlerà di vaccini e dell’importanza di somministrarli nei paesi del terzo mondo.

Il retroscena

Proprio all’inizio della pandemia il Papa aveva pubblicamente elogiato Fazio per un intervento sull’importanza, anche morale, di pagare le tasse. Nello specifico Bergoglio era rimasto colpito  dal passaggio sugli evasori a loro modo responsabili per la mancanza di posti letto in terapia intensiva. In verità i due si conoscono dal 2019, quando Francesco si recò a Frosinone per far visita alla Cittadella cielo, la comunità fondata da Chiara Amirante, pronmotrice di Nuovi orizzonti, il movimento a cui aderisce lo stesso conduttore televisivo.

I precedenti

Ovviamente l’appuntamento di stasera non può dirsi la prima volta di un Papa sul piccolo schermo. Come non ricordare la telefonata in diretta nel 1998 di papa Wojtyla a Bruno Vespa che gli aveva dedicato una puntata speciale di ’Porta a porta’ in occasione dei 20 anni del suo pontificato. O ancora le risposte registrate da Benedetto XVI per l’intervista alla trasmissione di informazione religiosa ’A sua immagine’. Lo stesso Bergoglio ha concesso un paio di interviste alle televisioni italiane: la prima a Tv2000, nel 2016, a conclusione del Giubileo straordinario della misericordia, la seconda al Tg5 nel gennaio dello scorso anno. 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?