Palma Campania, il chiosco teatro della sparatoria per schiamazzi notturni (Ansa)
Palma Campania, il chiosco teatro della sparatoria per schiamazzi notturni (Ansa)

Napoli, 16 giugno 2019 - Non riusciva a dormire per gli schiamazzi provenienti dal chiosco sotto casa. E così ieri notte un 83enne (di cui non è stato reso noto il nome) si è alzato, ha preso la pistola, è sceso in strada e ha sparato all'impazzata. Almeno 5 i colpi esplosi: il proprietario del chiosco,  Giuseppe Di Francesco, 67 anni, è morto poco dopo essere giunto in ospedale, mentre sono gravi la figlia e il genero.

E' successo a Palma Campania, in provincia di Napoli. I carabinieri giunti sul posto hanno provveduto a bloccare l'anziano, subito arrestato e condotto nel carcere di Poggioreale.

L'uomo, secondo la ricostruzione degli inquirenti, ha esploso 5 colpi d'arma da fuoco contro i gestori dell'attività. Oltre al titolare, poi morto in ospedale, sono stati colpiti la figlia e il genero, entrambi rimasti feriti gravemente: soccorsi dal 118 sono stati trasportati negli ospedali di Sarno e Nola. 
Gli spari sono arrivati al termine di un'accesa discussione. L'anziano, in stato di choc, è stato rintracciato e arrestato dai militari nella sua abitazione. Rinvenuta e sequestrata l'arma utilizzata, una pistola semiautomatica modello "Guardian" calibro 9 regolarmente detenuta. 
L'arma aveva ancora un colpo in canna e uno nel caricatore. Ma non solo: in casa i carabinieri hanno trovato un vero arsenale, tutte armi denunciate: 5 fucili, una pistola semiautomatica Beretta "Px4 Storm", una rivoltella Colt e circa 290 munizioni di vario calibro.

Sconcerto e profondo dolore a Palma Campania per la morte del gestore del chiosco Giuseppe Di Francesco. L'uomo era molto noto nel centro del Nolano. Il genero è stato trasportato all'ospedale di Sarno (Salerno) per essere sottoposto a un intervento chirurgico alla milza e al polmone mentre la figlia, ferita superficialmente, è stata portata all'ospedale di Nola.