Palermo, 15 luglio 2020 -  Vialoni allagati, persone date per morte, due bambini in ospedale in ipotermia, e tante polemiche è questo il bilancio ancora  della bomba d'acqua che si è abbattuta su Palermo. La notizia delle vittime fa il giro dei giiornali online, ma è il sindaco ab frenare quasi subito, Orlando: "Ci sono dei dispersi, ma aspettiamo il rapporto dei Vigili del Fuoco". Ma in molti hanno rischiato nelle auto rimaste bloccate in sottopassaggi allagati e vialoni inondati. 

I drammatici video che circolano sui social mostrano un viale del capoluogo siciliano interamente sommerso dall'acqua, e qua e là spuntano parti di macchine, alcune galleggiano e altre sono completamente affondate, in questo mare di fango e detriti si vedono nuotare delle persone, costrette ad abbandonare il mezzo per non morirci dentro. Qualcuno è a bordo del improvvisato fiume in piena, e cerca di aiutare i sopravvissuti. 

Sul posto i vigili del fuoco e il gruppo sommozzatori cercano i corpi dei dispersi. Mentre in ospedale si trovano due bambini con i sintomi di ipotermia. I due minori sono sfuggiti alla morte, erano  rimasti intrappolati nella vettura assieme ai genitori lungo la circonvallazione della città durante il violento nubifragio. Sono riusciti a mettersi in salvo da un vero e proprio fiume in piena, e le forze dell'ordine li hanno soccorsi con coperte e teli termici.