Rivelazioni a orologeria, fatte cadere come una mannaia sull’immagine di Meghan Markle a pochi giorni dalla messa in onda dell’intervista a tutto campo che la duchessa di Sussex e il suo consorte Harry hanno registrato negli Usa e da cui Buckingham Palace teme ricadute d’imbarazzo inedite dai tempi dell’odissea della principessa Diana.

A diffonderne i contenuti attraverso il Times sono

le gole profonde della corte britannica. Rispolverate – con documenti e dettagli nuovi – accuse di presunto "bullismo" rivolte a Meghan nel 2018 dall’interno dello staff reale.

Ma soprattutto viene a galla la vicenda di un compromettente regalo di nozze, un paio

di vistosi orecchini, ricevuto

a quel tempo dal sinistro principe ereditario saudita Mohammed bin Salman e sfoggiato poi dalla duchessa giusto una ventina di giorni dopo l’uccisione del dissidente Jamal Khashoggi. Delitto dietro il quale si sospetta ci sia stato proprio un ordine diretto

del rampante erede al trono

di Riad.