Ambulanza
Ambulanza

Orbassano (Torino), 23 maggio 2019 - Una ragazza di 19 anni, incinta, è stata investita mentre attraversava sulle strisce. Chi era alla guida dell'auto non si è fermato. I medici che l'hanno soccorsa hanno deciso per il cesareo, avvenuto al Cto di Torino, dove sul momento è stata allestita una sala operatoria d'urgenza.

La giovane, alla 38esima settimana, era prossima al parto: ha riportato solo una frattura alla clavicola. Ma le condizioni della bambina che aveva in grembo non sono buone: la piccola, nata di 3,3 kg, ha subito un brutto trauma fetale: è ricoverata in ipotermia nel reparto di terapia intensiva neonatale. La prognosi è riservata.  

LA RABBIA DEL COMPAGNO - "Uno investe una donna e scappa. Come se nulla fosse successo. Non è ammissibile". Si sfoga così Marius, 20 anni, papà della neonata, sotto choc per l'accaduto. Accanto a lui in ospedale sono accorsi numerosi i parenti, ognuno con un gesto o una parola di conforto. "Spero che trovino chi ha quasi ucciso mia figlia e la mia compagna", si augura il ragazzo, che tira un sospiro di sollievo dopo la nascita della bimba. Ma l'attesa non è finita: "Io resto qui, non mi muovo finché non mi dicono che è fuori pericolo".