Fiori e candele vicino al canale dove è stato ritrovato il corpo della vittima (Ansa)
Fiori e candele vicino al canale dove è stato ritrovato il corpo della vittima (Ansa)

Roma, 11 ottobre 2018 -  "Amore mio ora puoi riposare in pace". Sono queste le prime parole pronunciate da Daniele Scarpati, marito di Maria Tanina Momilia, dopo aver appreso che il personal trainer della moglie aveva confessato l'omicidio di Fiumicino. "Mia moglie mi ha lasciato un'eredità ed io devo portarla avanti: io l'ho amata, la amo e l'amerò per sempre", ha detto Scarpati, visibilmente provato, mentre veniva abbarcciato dai suoi familiari davanti alla sua abitazione. Maria Tanina Momilia, 39 anni, è stata trovata lunedì mattina in un canale di scolo di via Castagnevizza, a Fiumicino. Il marito ne aveva denunciato la scomparsa domenica sera, dopo aver lanciato l'allarme su Facebook, dicendo ai carabinieri che non aveva più notizie di lei della mattina. 

"Era un po' nervosa in questo periodo"

"Sono riusciti a prenderlo", dice oggi. "Eppure era sempre gentile e disponibile", aggiunge a proposito del reo confesso, Andrea De Filippis. "Sono state dette tante cose, tante falsità e bugie", si sfoga. E racconta: "Mia moglie domenica mi ha svegliato, abbiamo fatto colazione insieme e poi mi detto che l'allenamento non l'aveva soddisfatta, che lui non era come sempre, non era lui". Scarpati dice che la "moglie era un po' troppo irruenta e un po' nervosa in questo periodo. Forse ha usato delle parole fuori posto ma questo non giustifica. Ora voglio stare un pò tranquillo e fare una camminata".