Luigi Farina
Luigi Farina

Piacenza, 9 settembre 2019 - "L’ha uccisa subito dopo essere uscito dalla mia trattoria. È uno choc. Non ci credo. Appena l’ho saputo mi sono sentito male". Sguardo basso, gli occhi che sanno di smarrimento. Luigi Farina, 39 anni, è sconvolto. Titolare della trattoria Il Lupo, è l’amico di una vita di Massimo Sebastiani. Colui che ha servito al tavolo del suo locale l’ultimo pranzo di Elisa. Lei e l’operaio 45enne il 25 agosto avevano mangiato lì, a Ciriano di Carpaneto.

A che ora sono arrivati?

"Erano circa le 12.40. Sono entrati e li ho fatti accomodare. Lui sorridente e simpatico come sempre. Lei di poche parole. Ma era il suo carattere. Negli ultimi tre anni venivano spesso qui, e a essere sincero lei era così riservata. Sa, credo di non averle mai sentito dire nulla oltre a un semplice ‘ciao’".

Al tavolo li ha visti litigare?

"Assolutamente no. Erano tranquilli, confabulavano normalmente come sempre. Niente che non andasse, insomma".

Cosa hanno mangiato?

"Ha ordinato lui per entrambi: tortelli, gamberoni e branzino. Non mi pare avessero preso del vino, o forse sì. Non più del solito bicchiere, comunque".

Venivano spesso in trattoria.

"Sì, da tre anni. E quasi sempre di domenica. All’inizio pensavo stessero insieme. Sono stati gli abitanti del paese a dirmi che erano solo amici. Sono rimasto sbalordito. Ai miei occhi erano una coppia".

Una volta finito il pranzo, cosa succede?

"Sono rimasti al tavolo fino alle 14".

Poi?

"Lui ha detto a Elisa di aspettarlo fuori, mentre saldava il conto, ma credo che lei si fosse solo spostata vicino alla porta d’ingresso. Lui ha pagato e prima di andarsene gli ho chiesto che cosa avrebbero fatto quel pomeriggio".

Risposta?

"Mi disse che avrebbe costruito una casetta in legno per i bambini di una coppia di suoi amici. Gli risposi di metterci molta attenzione, di farla robusta per evitare che crollasse. Insomma, si scherzava".

Una manciata di minuti dopo, ha ucciso Elisa.

"Sono ancora sconvolto. Non riesco a crederci. È ancora presto per metabolizzare la tragedia".

Lei e Sebastiani eravate amici?

"Sì, di vecchia data. Ci siamo conosciuti una ventina di anni fa. I giri in motorino, le discussioni in un bar qui vicino. Un ragazzo come tanti, mai niente che potesse farmi pensare a nulla del genere".

Le parlava delle sue storie sentimentali?

"Sapevo che era stato fidanzato per anni con una ragazza. Poi era finita. Ma di essere innamorato di Elisa, non me l’aveva mai detto".

Conosce Silvio Perazzi?

"Non personalmente, ma so chi è. So che è stato arrestato".

Sa se lui e Sebastiani si conoscevano bene?

"So che si frequentavano ed erano rimasti in ottimi rapporti anche dopo la fine della storia tra Massimo e la figlia di Perazzi".

Luigi, cosa pensa di Sebastiani?

"Per me è uno choc. Torno a quel 25 agosto e sto male".