Claudio Lasala, il 24enne ucciso con una pugnalata all’esterno di un locale a Barletta la sera tra il 29 e il 30 ottobre scorsi "non ha accettato di piegarsi davanti alla prepotenza di chi non comprende bellezza, bontà, rispetto, dignità, giustizia, fratellanza". Così nell’omelia durante il funerale il vescovo Leonardo D’Ascenzo ha ricordato la giovane vittima uccisa, secondo l’accusa, per non aver voluto pagare da bere a due giovani sconosciuti poi finiti in carcere. "Barletta – ha detto il vescovo – pianga, ma si svegli e reagisca".