Carabinieri accanto al garage dove è stato trovato il cadavere (Ansa)
Carabinieri accanto al garage dove è stato trovato il cadavere (Ansa)

Catania, 9 ottobre 2021 - Giallo a Catania, dove il cadavere di un Giuseppe Dell'Arte, 43 anni, è stato trovato dai carabinieri in un garage in via Fiume, nel quartiere di Piccanello. Sul corpo diverse ferita di arma da taglio. Sull'omicidio vige uno stretto riserbo: il ritrovamento è avvenuto nella notte tra giovedì e venerdì, solo oggi sono state diffuse le generalità dell'uomo. La Procura di Catania ha disposto l'autopsia per accertare cause e orario del decesso.

Giuseppe Dell'Arte, geometra, era incensurato: era uscito di casa giovedì mattina senza più fare ritorno. Due sere fa la moglie ne aveva denunciato la scomparsa, preoccupata nel non vedere il rientrare il marito descritto come un uomo dagli orari 'regolari'. Immediatamente sono scattate le ricerche che hanno portato al ritrovamento del cadavere da parte dei militari dell'Arma. 

L'uomo sarebbe stato ucciso da una o più persone con colpi di arma da taglio. Tra le prime ipotesi c'è quella di un delitto avvenuto al termine di una lite, sfociata probabilmente dopo un incontro 'chiarificatore' all'interno dello stesso garage dove è stato trovato il corpo.

Potrebbe trattarsi di un omicidio in ambito famigliare, le indagini al momento escludono legami con la criminalità organizzata. Le modalità del delitto portano a scartare quest'ultima pista così come quella di una rapina: sul posto restavano gli oggetti personali del 42enne, compreso il telefono cellulare, così come la sua automobile. Sentiti famigliari (la coppia non aveva figli), amici e conoscenti: gli interrogatori proseguono in queste ore. Le indagini, coordinate dalla Procura, sono ora concentrate nel ricostruire la personalità della vittima e i suoi movimenti negli ultimi giorni, a caccia di elementi utili per ricostruire il movente dell'omicidio e individuarne l'autore.