Gli eventi sismici del Centro Italia del 2016 e 2017, definiti dall’Ingv ’sequenza sismica Amatrice-Norcia-Visso’, hanno avuto inizio ad agosto 2016 con epicentri situati tra l’alta valle del Tronto, i Monti Sibillini, i Monti della Laga e i Monti dell’Alto Aterno. Il 30 ottobre 2016 è stata registrata la scossa più forte, di magnitudo 6.5 con epicentro tra Norcia e Preci (Perugia). Il 18 gennaio 2017 una nuova sequenza di 4 forti scosse di magnitudo superiore a 5, con massima di 5.5, ed epicentri localizzati tra i Comuni aquilani di Montereale, Capitignano e Cagnano Amiterno. Gli sfollati sono stati circa 41mila, le vittime 303 e i feriti quasi 400.