Carlo Cottarelli, dotato di zainetto in spalla, sono almeno quattro anni che ‘deve’ diventare premier, ma non ci riesce. La prima volta fu nel 2018, la seconda nel 2019. L’ultima volta un mese fa. Ora, Cottarelli si è stufato di prendere e lasciare lo zainetto ‘vicino’ al Colle e si lancia in un’avventura ‘politica’. Oggi, con una conferenza stampa virtuale, lancerà un “Comitato di programma per l’Italia” con soggetti politici (Azione di Carlo Calenda, +Europa di Emma Bonino, il glorioso PRI, redivivo) e diverse associazioni culturali. Il ‘tessitore’ è l’economista, di scuola liberale, Alessandro De Nicola. L’idea è di dare vita a una "alleanza" liberal-democratica "vera" – spiega De Nicola – "basata sui programmi e non sulle poltrone". Insomma, nasce il ‘partito’ di Cottarelli.