Dopo Mps, gli occhi degli investitori sono puntati ora su Banco Bpm. Le speculazioni su possibili aggregazioni avevano spinto nei mesi scorsi le azioni del gruppo guidato da Giuseppe Castagna sui massimi dal 2018. Ma le scelte di alcuni istituti hanno raffreddato l’appeal della società a Piazza Affari: Unicredit ha sterzato verso Mps (ma potrebbe ancora essere interessata), Crédit Agricole ha inglobato il Creval e Bper ha deciso di concentrarsi sulle filiali acquisite da Intesa Sanpaolo.

Nella finanza italiana, poi, c’è un’altra importante partita, quella che riguarda l’asse Mediobanca-Generali. Leonardo Del Vecchio e Francesco Gaetano Caltagirone, terzo e secondo socio del Leone di Trieste, in vista del rinnovo del cda si sono rafforzati anche in Piazzetta Cuccia, diventandone nettamente il primo e potenzialmente il secondo azionista.