Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
15 giu 2022
15 giu 2022

Obbligo mascherine al lavoro: cosa succede dopo il 15 giugno

Finito il Cdm, regole invariate: nel settore pubblico già dall'1 maggio non sussiste l'obbligo, resta per il lavoro privato

15 giu 2022

Roma, 15 giugno 2022 - Nuovo punto di svolta per le mascherine in Italia: oggi, 15 giugno, scade l'obbligo di mascherina nei luoghi al chiuso che erano stati oggetto di proroga l'1 maggio. E dal Consiglio dei Ministri arriva l'atteso alleggerimento: l'obbligo viene eliminato per i cinema, i teatri e i luoghi sportivi al chiuso. Resta invece sui mezzi di trasporto (esclusi  gli aerei), ospedali e Rsa. Invariate - come previsto - le regole nei luoghi di lavoro. Ecco allora il quadro della situazione che rimarrà tale anche dopo il 15 giugno. 

Approfondisci:

Mascherine al lavoro dopo il 30 giugno: obbligo Ffp2 in bilico. Le ultime notizie

Mascherine sui mezzi pubblici e a lavoro: dove sono ancora obbligatorie

Mascherine in chiesa: via l'obbligo a messa

Mascherina in ufficio
Mascherina in ufficio

Mascherine 15 giugno, ecco dove resta l'obbligo: oggi il Cdm

Mascherina al lavoro: quali sono le regole

In base all'ordinanza del ministero della Salute del 28 aprile 2022, l'uso della mascherina Ffp2 è solo raccomandato "in tutti i luoghi al chiuso pubblici o aperti al pubblico". Fornisce indicazioni più specifiche la circolare del ministro per la Pubblica amministrazione, Renato Brunetta: il documento sottolinea che non sussiste alcun obbligo di indossare dispositivi di protezione individuale. È raccomandato, tuttavia, per il personale a contatto con il pubblico; per il personale che svolga la prestazione in stanze in comune con uno o più lavoratori; nel corso di riunioni; in fila alla mensa o in altri luoghi comuni; in presenza di soggetti fragili, in presenza di sintomi tipici del Coronavirus; negli ascensori; infine, in ogni casi in cui si verifichi la compresenza di più soggetti nel medesimo ambiente. L'utilizzo non è necessario all'aperto, in caso di disponibilità di stanza singola per il dipendente, e in ambienti ampi, anche comuni. In ultima istanza, sono sempre le singole amministrazioni a decidere quali misure sono da applicare al posto di lavoro, osservando attentamente le raccomandazioni generali. 

Una nota del Ministero della Salute del 4 maggio conferma la validità del Protocollo anti-Covid del 2021, e prevede un nuovo incontro fra tutte le parti coinvolte entro il 30 giugno per verificare l'opportunità di aggiornare il testo del protocollo. In base al testo attuale, l'obbligo di mascherina permane nei luoghi di lavoro privati almeno fino a fine giugno - a differenza del settore pubblico. 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?