Barack Obama, 60 anni domani, con la moglie Michelle, 57
Barack Obama, 60 anni domani, con la moglie Michelle, 57
di Giampaolo Pioli Con grande discrezione nel 2019, assieme alla moglie Michel, aveva comprato una villa sul mare con 29 acri di terreno e sette camere da letto per 12 milioni di dollari, frutto delle fortune letterarie dell’ex coppia presidenziale americana. Domani Barack Obama compirà 60 anni e venerdì la grande casa sull’isola dei ricchi e famosi di Martha’s Vineyard, che fu anche il buen retiro dei Kennedy, sotto grandi tendoni bianchi all’aperto e a bordo della piscina sarà lo scenario per una gigantesca festa di compleanno. Ma prima ancora dei biglietti di auguri e della della festa, sono...

di Giampaolo Pioli

Con grande discrezione nel 2019, assieme alla moglie Michel, aveva comprato una villa sul mare con 29 acri di terreno e sette camere da letto per 12 milioni di dollari, frutto delle fortune letterarie dell’ex coppia presidenziale americana. Domani Barack Obama compirà 60 anni e venerdì la grande casa sull’isola dei ricchi e famosi di Martha’s Vineyard, che fu anche il buen retiro dei Kennedy, sotto grandi tendoni bianchi all’aperto e a bordo della piscina sarà lo scenario per una gigantesca festa di compleanno. Ma prima ancora dei biglietti di auguri e della della festa, sono arrivate le polemiche. L’ex presidente degli Stati Uniti è finito infatti nel mirino per il numero di invitati al mega party che, in pieno allarme Covid, con quasi 700 persone tra invitati e personale di servizio.

Tra i vip George Clooney, Oprah Winfrey, Lady Gaga, Richard Branson avrebbero già detto sì, mentre il principe Harry con la moglie Meghan potrebbero essere la sorpresa. Il presidente Joe Biden invece ha fatto sapere che non potrà essere presente. L’idea del mega party dove non si paga un biglietto come a quelli di Donald Trump, ma semmai viene suggerito agli ospiti di aiutare qualche causa benefica che sta a cuore all’ex presidente, sembra sia stata di Michelle. Barack ha subito accettato anche come forma di ringraziamento verso tutti coloro che lo hanno appoggiato e sostenuto anche con generose donazioni elettorali durante gli otto anni alla Casa Bianca. Ma nella piccola ed esclusiva villa di Martha‘s Vineyard a due passi da Cape Code in Massachusetts, gli abitanti snob con la puzza sotto il naso, generalmente eredi delle grandi dinastie costiere americane, si chiedono se l’Obama Party non potrebbe diventare per l’isola appunto un improvviso focolaio di contagio del Covid adesso che la variante Delta sta di nuovo facendo impennare il numero dei positivi in ogni angolo d’America. Molti media, infatti, non mancano di sottolineare come le autorità sanitarie abbiano sconsigliato nelle ultime settimane grandi assembramenti. I dati allarmanti che hanno portato alcuni governi locali a raccomandare o a reintrodurre obbligatoriamente l’uso della mascherina al chiuso anche per i vaccinati. Il Massachusetts, tra l’altro, è lo stato che sta registrando un boom di contagi proprio tra i vaccinati. Secondo i dati del Centro per il controllo delle malattie, la massima autorità sanitaria federale, il 74% delle persone infettate nello stato del New England avevano ricevuto il vaccino.Nel mirino sono finiti quindi i grandi assembramenti legati ad eventi estivi che si sono tenuti soprattutto nella rinomata località estiva di Cape Cod, lungo la cui costa si trova proprio l’isola di Martha’s Vineyard.

Lo staff dell’ex presidente, che molti vedono in odore di Corte Suprema, si è quindi affrettano a dire che "l’invito ufficiale non basta, ciascun ospite verrà ammesso solo se completamente vaccinato e con scorta di mascherine". Nella villa sarà comunque presente anche personale medico in caso di emergenze.