Nuovo balzo ieri a 45.140 – picco da metà luglio – nei contagi da Covid nel Regno Unito, che restano oltre quota 40mila per il quinto giorno. Stabile, invece, sotto il livello di guardia il totale de i ricoveri negli ospedali, fermi attorno a 7mila, mentre i morti calano a 57 contro i 145 dell’altro ieri. Il Paese, riaperto...

Nuovo balzo ieri a 45.140 – picco da metà luglio – nei contagi da Covid nel Regno Unito, che restano oltre quota 40mila per il quinto giorno. Stabile, invece, sotto il livello di guardia il totale de i ricoveri negli ospedali, fermi attorno a 7mila, mentre i morti calano a 57 contro i 145 dell’altro ieri.

Il Paese, riaperto senza più restrizioni significative dal 19 luglio, mantiene in ogni modo un tasso di casi superiore anche alla Russia in Europa; ma – con l’80% della popolazione over 12 doppiamente vaccinata contro il 32% – fa segnare un nono dei decessi russi, seppur con una media di poco più di 100 al giorno nell’ultima settimana. Negli ultimi sette giorni il numero totale di casi è stato 300.081, +15,1% rispetto alla settimana precedente, mentre il bilancio complessivo dei morti è stato di 852 (+8,5%).

In Italia sono, invece, 2.437 i nuovi casi Covid nelle ultime 24 ore, in diminuzione rispetto ai 2.983 dell’altro ieri. I tamponi sono stati 381.051, meno del giorno precedente, ma resta stabile il tasso di positività: 0,6%. In aumento i decessi, 24 (l’altro ieri erano stati 14): le vittime totali da inizio pandemia sono 131.451. Le terapie intensive sono in calo: in tutto sono 349 (il giorno precedente erano 352), con 15 nuovi ingressi (sabato erano stati registrati 12 ingressi) mentre i ricoveri ordinari 15 in più (2.386 ieri contro i 2.371 dell’altro ieri). Per quanto riguarda la maxi campagna nel nostro Paese, attualmente la copertura vaccinale riguarda 43.847.511 italiani che hanno concluso il ciclo. Si tratta del 74% della popolazione complessiva, l’81,2% della platea vaccinabile, quella degli over 12.

red. est.