Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
6 mar 2021

Nuovo piano vaccini: l’Italia volta pagina. Fasce d'età e pieni poteri, esercito in campo

Il commissario Figliuolo (che lavorerà gratis): "Entro fine marzo arriveranno 7 milioni di dosi, cambia il criterio delle categorie". La regia della campagna sarà nazionale, un freno alle disparità tra Regioni. Ok a una scorta di solidarietà per le zone più colpite

6 mar 2021
alessandro farruggia
Cronaca
La campagna di vaccinazione al Mandela Forum di Firenze è cominciata già nelle scorse settimane (Pressphoto)
Esercito in campo Nuovo piano vaccini
La campagna di vaccinazione al Mandela Forum di Firenze è cominciata già nelle scorse settimane (Pressphoto)
Esercito in campo Nuovo piano vaccini

"Dobbiamo usare tutte le risorse possibili, dagli assetti della Protezione civile a quelli delle Regioni e delle forze armate". Così il generale Francesco Figliuolo, neo commissario straordinario anti Covid nell’incontro con le Regioni. E la novità del suo incarico è proprio che potrà disporre direttamente delle forze armate. A certificarlo è il decreto di nomina. Nel decreto, infatti, si riconosce che il commissario "può avvalersi, previa intesa con lo Stato maggiore della Difesa, di specifiche professionalità militari, degli assetti sanitari e logistici delle forze armate unitamente alle relative capacità di programmazione e pianificazione operative". Da notare che Figliuolo lavorerà "a titolo gratuito". Nell’incontro con le Regioni, al quale hanno partecipato anche i ministri della Salute Speranza e degli Affari Regionali Gelmini, Figliuolo ha detto che entro fine marzo sono attese altre 7 milioni di dosi. Andranno utilizzate sia nei 1.593 centri vaccinali oggi attivi, che verranno integrati con alcune centinaia di siti aggiuntivi (in buona parte militari) fino a quota 2mila. In questo modo, osservano fonti che stanno lavorano la nuovo piano vaccinale, si conta di passare dalle 180mila dosi somministrato l’altro ieri a 255mila di media per tutto il mese di marzo, raggiungendo questo mese le 7,9 milioni di dosi somministrate. Ad aprile partirà la vaccinazione di massa, sviluppata in base alle fasce d’età e integrata con le categorie (malati cronici, disabili, docenti), con l’aumento a 400-450mila dosi al giorno (12-13 milioni il mese), per salire a maggio a 500-550mila al giorno e nel mese successivo a 600-650mila dosi al giorno. In questo modo entro fine giugno potrebbero essere somministrate da 45,5 a quasi 50 milioni di dosi (su 52 milioni teoricamente disponibili). Figliuolo ha anche condiviso la proposta del ministro Roberto Speranza di creare una riserva (1-2%) di vaccini per la solidarietà tra territori: "Se ci sono territori ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?