Mercatini di Natale, quest'anno sono a rischio causa covid (Ansa)
Mercatini di Natale, quest'anno sono a rischio causa covid (Ansa)

Roma, 20 dicembre 2020 - Il primo Natale nel segno della pandemia da Coronavirus si avvicina, ma anche sulle feste incombe l'incognita: cosa si potrà fare? Oltre ai cenoni in famiglia (col dubbio eterno: ci si potrà spostare di regione?) o al ristorante, e oltre allo shopping prenatalizio a rischio, altre domande s'affacciano: e i mercatini di Natale 2020 si faranno o - essendo all'aperto - si può sperare in una riapertura? 

Cosa dice il Dpcm

L'ultimo Dpcm del 3 novembre parla chiaro: in considerazione dell'emergenza sanitaria sono vietate le sagre, le fiere di qualunque genere e gli altri analoghi eventi, comprese tutte le manifestazioni ed eventi straordinari che possono costituire occasioni di assembramento. L'unica, come sempre, è tenere d'occhio l'andamento dei contagi per vedere se nei prossimi provvedimenti ci sarà un allentamento delle restrizioni. La prima data clou è quella del 3 dicembre, giorno in cui dovrebbero arrivare i primi 'semafori verdi' (o arancioni) per i negozi, anche in zona rossa. 

De Caro: Natale triste

Il sindaco di Bari e presidente dell'Anci, Antonio Decaro, qualche giorno fa postava su Facebook il suo scoramento: "Quello che ci aspetta sarà un Natale diverso. Triste. Non credo che tra un mese la situazione sarà tanto diversa da quella di oggi, né credo che potremo festeggiare nelle strade e nelle piazze della nostra città come siamo abituati a fare".
"Sicuramente - aggiungeva - non ci saranno i concerti, gli spettacoli, la grande festa dell'albero, la cioccolata calda all'alba di San Nicola, le processioni, i mercatini sulla muraglia, l'aperitivo con la musica il giorno della vigilia. Ma, una cosa la so e voglio dirvela: la città sarà illuminata perché abbiamo tutti bisogno di speranza e la luce è il simbolo di questo sentimento". 

Germania, stop all'80% dei mercatini

 Mal comune mezzo gaudio: a causa del covid, l'80% dei mercatini di Natale non si terranno come al solito quest'anno in Germania. Secondo l'associazione del commercio le conseguenze potrebbero estendersi all'intero settore "I mercatini di Natale sono un fattore importante per portare i clienti a frequentare le aree pedonali e i centri cittadini". L'assenza di questa occasione potrebbe danneggiare l'intero ambito degli acquisti natalizi, sostiene che l'associazione, che ricorda come il fatturato natalizio sia un quarto del totale in un anno per i piccoli negozi dei centri urbani.