Nuoro, il poliziotto ucciso Marino Terrezza, 36 anni
Nuoro, il poliziotto ucciso Marino Terrezza, 36 anni

Nuoro, 28 luglio 2021 - Tragedia in Sardegna. Un agente della polizia stradale è stato travolto e ucciso da un'auto mentre era in servizio, questa mattina, lungo la statale 131 Dcn all'altezza dello svincolo tra Posada e Torpé in direzione Olbia nel Nuorese. La vittima si chiamava Marino Terrezza, aveva 36 anni, era originario del Frusinate e  prestava servizio  alla polizia stradale di Siniscola (Nuoro).  Viveva da una decina d'anni a Orosei con la compagna Silvia e il figlioletto  di 5 anni.

Drammatica la dinamica dell'incidente. Verso le 8.30  la pattuglia della Stradale era intervenuta per soccorrere un'automobilista che aveva forato. Spiega  il sindaco di Posada, Salvatore Ruiu: "In auto viaggiava una coppia che conosco, un volontario della Croce Verde con la compagna. Erano rimasti fermi per la ruota bucata, stavano cercando di cambiarla. I poliziotti si sono fermati per aiutarli. Nel frattempo è arrivato un furgone, ha trovato la corsia di immissione occupata e quindi si è immesso  in quella principale della superstrada. Una Golf che sopraggiungeva ha frenato, ha  sbandato, ha investito il poliziotto e lo ha scaraventato per otto metri sotto un cavalcavia. Queste sono le prime sommarie informazioni".  Un collega della Croce Verde racconta: "L'agente rimasto ucciso era dietro l'auto in panne.  Ha detto alla signora: si metta la pettorina, per sicurezza.  Lei quindi si è spostata per prenderla. Stava per indossarla quando è avvenuto l'investimento mortale. Ha visto tutto, è sotto choc. Il furgone da quel che mi hanno detto non si è fermato. Non è detto che abbia capito la situazione". Per Marino Terrezza non c'è stato nulla da fare, nonostante il lungo massaggio cardiaco. Inutile anche l'intervento dell'elisoccorso. Le sue ultime parole sono state ispirate dal senso del dovere e di protezione per chi era in difficoltà. "Si è sempre distinto per l'impegno e la generosità", lo ha ricordato Solinas. A Siniscola è poi arrivato il  capo della polizia Lamberto Giannini per portare vicinanza e solidarietà.

Marino Terrezza, 36 anni, il poliziotto investito e ucciso

Immediato il cordoglio dell'Asaps, l'associazione amici della stradale che da trent'anni lavora sulla sicurezza e documenta la pericolosità della strada anche per chi ci lavora. "E' sempre la stradale - rimarca il presidente Giordano Biserni - ad avere il numero maggiore di vittime". La tragedia è stata richiamata anche nell'aula del consiglio regionale dal capogruppo sardista Franco Mula. Che ha posto il problema della sicurezza sulla statale, per i tanti cantieri in corso. "Interloquiremo con l'Anas in giornata", ha fatto sapere il governatore Christian Solinas. I lavori più vicini al luogo dell'investimento mortale sono a sei chilometri e riguardano una galleria, una delle tante da mettere in sicurezza su strade e autostrade per rispettare le normative europeee.