"Resta consentita senza limiti di orario

la ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive limitatamente ai propri clienti; dalle

18 del 31 dicembre 2020 e fino alle 7

del 1° gennaio 2021, la ristorazione negli

alberghi e in altre strutture ricettive

è consentita solo con servizio in camera".

È quanto recita il nuovo Dpcm. Sugli scudi

gli albergatori che parlano di regola

punitiva. "Non si capisce il senso del costringere gli ospiti degli alberghi

a consumare la cena di fine d’anno in camera", attacca il presidente

di Federalberghi, Bernabò Bocca