17 mar 2022

Non piove da cento giorni, allarme siccità: "A rischio un terzo del cibo italiano"

Po in secca, peggio che a Ferragosto. Coldiretti: problemi per pomodori, frutta, verdura e grano. Un agricoltore: "Preoccupati anche per mais e riso"

Roma, 17 marzo 2022 - Siccità, cento giorni senza pioggia. Una situazione che nel bacino del Po minaccia oltre 1/3 della produzione agricola nazionale, fra pomodoro da salsa, frutta, verdura e grano, e la metà dell’allevamento che danno origine alla food valley italiana conosciuta in tutto il mondo. Siccità, centrali idroelettriche "ferme" e bollette della luce. Cosa può accadere Po peggio che a Ferragosto Lo afferma la Coldiretti nel commentare l’allarme lanciato dall’Osservatorio sulle crisi idriche convocato dall’Autorità distrettuale del fiume Po - ministero Transizione ecologica, secondo il quale sono saliti a cento i giorni senza piogge significative per il distretto padano, con gli affluenti Trebbia, Secchia e Reno sono ai minimi storici dal 1972, mentre Dora Baltea, Adda, Ticino registrano un -75% nelle portate. Po in secca e carro armato tedesco, quel dettaglio che porta al fronte russo Il Po è ai minimi da 30 anni, mancano all'appello 100 milioni di metri cubi di portata. Al nord il fiume in secca al Ponte della Becca è sceso a -3,23 metri, più basso che a Ferragosto ed è rappresentativo della situazione di sofferenza in cui versano tutti i principali corsi d’acqua al nord come d’estate ma anomalie si vedono anche nei grandi laghi che hanno percentuali di riempimento che vanno dal 6% di quello di Como al 31% del Maggiore, secondo il monitoraggio della Coldiretti. Orzo, frumento e mais a rischio Nella pianura padana le coltivazioni seminate in autunno come orzo, frumento e loietto ‘’iniziano ora la fase di accrescimento che rischia di essere compromessa dalla siccità’’, sottolinea Coldiretti. Ma ‘’a preoccupare è anche lo sviluppo dei prati destinati all’alimentazione degli animali’’ perché, se le condizioni di secca dovessero continuare, gli agricoltori saranno costretti a intervenire con le irrigazioni di soccorso dove sarà possibile. Dall’altra parte nei prossimi giorni partiranno le lavorazioni ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?